Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2016

I LIBRI DELLA MIA LIBRERIA - QUARTO CAPITOLO

Immagine
QUARTO CAPITOLO – da Giusi Marchetta a Salvatore Minieri


Siamo così arrivati al quarto ed ultimo capitolo di questo excursus nella mia libreria.
Ringrazio i tanti amici che mi hanno onorato nel consegnare alla stessa le loro opere ed esorto quanti
ancora vorrebbero farlo ad abbandonare ogni ritrosia e senso di un qualche pudore a trasmettermi le loro opere.
Sarò lietissimo di valorizzarle.

Ma adesso passiamo ai big.
Casertana, la conosco da quando studiava all'università nella stessa facoltà di mio figlio Francesco.
Professoressa di ottima cultura e scrittrice di rara bravura, Giusi Marchetta, dopo moltissimi riconoscimenti, pubblica oggi con Rizzoli e Einaudi e dopo il debutto con “L’iguana non vuole”, straordinario documento della sua attività di professoressa di sostegno, offre oggi il suo validissimo contributo a formare nuove generazioni di lettori con il suo bellissimo “Lettori si cresce”.
Qui di seguito due passi dei suoi libri.
“Ci siamo seduti su un prato. Qualche corridore ma…

I LIBRI DELLA MIA LIBRERIA -- TERZO CAPITOLO

Immagine
TERZO CAPITOLO – da Giovanni Pezzulo a Sonia Quaranta (passando per Maria Luisa BelloniPamela Bonacci, Isabella Izzo e Carlo Guglielmo Izzo)
Chissà se il mio amico Giovanni Pezzulo, ora proprietario della Casa Editrice Edizioni Italia, ricorda il suo intervento sul periodico “Le Muse”, edito dall’Associazione “Amici della Musica” di Pignataro Maggiore. Ho ritrovato quel numero, pubblicato a settembre 2007, dove Giovanni narra di un "episodio di reazione" avvenuto a Vitulazio, subito dopo l’insediamento del nuovo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II, avvenuto in data 17 marzo 1861. L’articolo offre uno spaccato molto interessante della vita di allora e rappresenta, senza ombra di dubbio, come i campanilismi fossero anche a quel tempo molto forti e radicati. Al punto che il sindaco della vicina cittadina di Bellona si premura di denunciare presunte attività sovversive da parte dei cittadini di Vitulazio, proprio durante il  secondo giorno della Festa religiosa della Madonna dell’Agn…

I LIBRI DELLA MIA LIBRERIA

Immagine
Secondo capitolo
– da Massimo Zona a Vittoria Silvana Iorio (passando per Peppe Carcaiso e Gino Iorio)

Al genere di pubblicazioni, per così dire, intimiste, appartiene il mio “Corri nonno, corri!”, che ho riletto volentieri, contenente la descrizione accurata di posti e di tempi, volti a far perdere peso a due ultra cinquantenni. Con piacere ho rivisto la foto di Yukon stampata sulla copertina, con lui tranquillamente seduto, lui che è stato il nostro fedele compagno di tante passeggiate.
Dato il tempo trascorso, potrei oggi forse scrivere anche la seconda edizione del libro, riservandolo stavolta ai settantenni, tra i quali tra non molto potrò annoverarmi.
“Abbiamo sconfitto un luogo comune, tipico di ogni latitudine. Chi di voi non ha sentito affermare, con solennità austera e competente: “Non c’è nulla da fare! Il metabolismo cambia e i grassi non bruciano più. E’ inevitabile la pinguedine a una certa età.” Tutte idiozie! Grandi come una casa. Grazie a Dio, il corpo umano è una macchina…

I LIBRI DELLA MIA LIBRERIA

Immagine
Primo capitolo – da Angelo Capuano a Maria Rosaria Altieri (passando per Pietro Nardiello e Mario Rossi.) Mai stanco di leggere, di tutto, dalla collezione storica di Tex, di cui vado molto fiero, ai romanzi di Grisham e King, Dan Brown, Roberto Saviano e molti altri, recentemente ho dovuto provvedere ad allargare la mia libreria Trovandomi a fare ordine tra tanti libri, negli ultimi tempi ammassati alla rinfusa, ho riscoperto testi di autori, poeti e scrittori, tutti miei amici e conoscenti sia di Calvi Risorta, che di paesi vicini e anche di altre parti d’Italia. Con piacere ho perciò riavuto tra le mani il dramma storico in quattro atti “La caduta di Cales”, di Angelo Capuano, che è stato a suo tempo un ottimo sindaco della cittadina di Calvi Risorta e insigne rappresentante del popolo caleno. Nel libro si narra la storia della presa di Cales da parte del Console Corvo, così come narrata da Tito Livio nei suoi Annales (Livio, VIII, 16). Angelo ha composto il suo dramma come un’opera te…