LA VERA STORIA DEI LAVORI A CALVI RISORTA

Assistiamo quasi giornalmente alle ripicche che vicendevolmente intercorrono tra il sindaco Caparco e l’ex sindaco Zacchia a proposito del merito dei lavori a Calvi Risorta.
Il merito è mio, no, è della passata amministrazione, ma se ho fatto tutto io, ma quando mai, hai trovato già la pappa pronta, anzi hai ritardato i lavori con tuo fratello non si sa per quale motivo.
La verità, amici lettori, è che entrambe le amministrazioni hanno ragione, ma entrambe, a ben vedere, hanno clamorosamente torto.
Perché i soldi dedicati ai lavori altro non sono che quelli revenienti dalla legge 51/78 utilizzata dalla Regione per assegnare d’ufficio, annualmente, una certa cifra perché gli stessi li utilizzino nell’arredo urbano o nel migliorare i servizi. L’unica formalità a cura dei Comuni risiede nel presentare annualmente progetti idonei alla spesa dei fondi.
Per anni né Caparco, né Zacchia sono stati in grado di presentare alcunché, perdendo praticamente questi fondi.
A seguito di un intervento regionale, i comuni inadempienti e incapaci sono stati messi nelle condizioni di recuperare le somme non utilizzate e così Zacchia si è trovato a poter usufruire di varie e cospicue annualità.
Bene, direte voi.
Certo. Solo che se si fosse provveduto a spendere annualmente quella cifra si sarebbe potuto accantonare l’8% della stessa quale compenso per il tecnico comunale, sollevando così i cittadini da una grossa spesa.
Quindi, cari signori sindaco ed ex sindaco, non sarebbe meglio stare zitti e tirare un velo pietoso su tutta la storia che comunque dimostra una cosa: una uguale inadempienza e incapacità gestionale?
Ringraziamo Dio che è andata così!

Commenti

  1. Visto che si parla di lavori in corso:
    La cacciata di Don Enzo.
    Il dimissionamento forzato di Ciro Il direttore della piscina.
    Qualche illuminato mi puo dare risposta??

    RispondiElimina
  2. anch'io vorrei una risposta sui lavori che si stanno facendo in merito alla fogna di via rociolone, prima viene fatto un tratto di fogna in una stradina privata senza allacciare utenze del paese, e poi successivamente si scava una trincea molto più lunga di quella prevista dal progetto targato amministrazione Zacchia, credo da ragionamento fatto da profano che tali lavori siano costati molto di più. Fateci capire che utilità ne può giovare il paese o se saranno singole persone che nè beneficeranno?

    RispondiElimina
  3. caro massimo, aspetto con ansia la tua discesa in campo come amministratore del nostro caro amato paesello, per far vedere a tutti noi caleni come si amministra la cosa pubblica,dai provaci ne vedremmo delle belle.Sei carta conosciuita, non fai mai niente per il paese o per la nostra gente, solo ed esclusivamente gli interessi della tua famiglia, per carità, è quello che un buon padre di famiglia deve sempre fare, però facci il piacere di stare zitto e di fare meno l'ipocrita, altrimenti rischi di fare brutta figura, perciò quando parli di cose che non sai e non capisci cerca di essere meno velenoso. un vecchio proverbio dice:Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei. tu capisci a me. buona giornata caro massimuccio detto anche il romano per gli amici. ciao senza rancore un amico di Giacomo. un bacio

    RispondiElimina
  4. caro massimo, aspetto con ansia la tua discesa in campo come amministratore del nostro caro amato paesello, per far vedere a tutti noi caleni come si amministra la cosa pubblica,dai provaci ne vedremmo delle belle.Sei carta conosciuita, non fai mai niente per il paese o per la nostra gente, solo ed esclusivamente gli interessi della tua famiglia, per carità, è quello che un buon padre di famiglia deve sempre fare, però facci il piacere di stare zitto e di fare meno l'ipocrita, altrimenti rischi di fare brutta figura, perciò quando parli di cose che non sai e non capisci cerca di essere meno velenoso. un vecchio proverbio dice:Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei. tu capisci a me. buona giornata caro massimuccio detto anche il romano per gli amici. ciao senza rancore un amico di Giacomo. un bacio

    RispondiElimina
  5. ciao Massimo, sappi che molti Caleni stanno gia rimpiangendo l'Amministrazione Zacchia,tra qui a poco ne vedremo delle belle, chiedi al nostro amico ed ex assessore allo sport Nicola Cipro, a proposito di Nicola Cpro, ma il palazzetto dello sport quando lo allargherai?quando lo allungherai?così come chiedevi a Zacchia? Fatemi sapere, vorrei anche sapere perchè il competto di calcio a 5 non viene dato in gestione così come previsto dall'attuale Amministrazione Caparco, forse perchè quel regolamento approvato dall'amministrazione Zacchia e tanto vituperato dal nostro amico ed ex assessore Nicola Cipro TUTELA QUELLE SOCIETA'CHE GIA' operano sul territorio e quindi la VOSTRA? e questo all'Amministrazione Caparco non piace?. caro Massimo sempre e solo interessi.un Bacio e senza rancore e livore, ma solo una constatazione.a presto altro che Rinascita.

    RispondiElimina
  6. ciao Massimo, sappi che molti Caleni stanno gia rimpiangendo l'Amministrazione Zacchia,tra qui a poco ne vedremo delle belle, chiedi al nostro amico ed ex assessore allo sport Nicola Cipro, a proposito di Nicola Cpro, ma il palazzetto dello sport quando lo allargherai?quando lo allungherai?così come chiedevi a Zacchia? Fatemi sapere, vorrei anche sapere perchè il competto di calcio a 5 non viene dato in gestione così come previsto dall'attuale Amministrazione Caparco, forse perchè quel regolamento approvato dall'amministrazione Zacchia e tanto vituperato dal nostro amico ed ex assessore Nicola Cipro TUTELA QUELLE SOCIETA'CHE GIA' operano sul territorio e quindi la VOSTRA? e questo all'Amministrazione Caparco non piace?. caro Massimo sempre e solo interessi.un Bacio e senza rancore e livore, ma solo una constatazione.a presto altro che Rinascita.

    RispondiElimina
  7. caro anonimo delle 15,06 si vede che sei poco attento agli eventi della politica locale, in quanto nell'ultimo consiglio comunale l'ex assessore allo sport ha riferito che con delibera di giunta comunale fatta nel mese di gennaio u.s.è stato dato l'indirizzo politico al responsabile dell'ufficio tecnico in base al regolamento di affidamento con delibera di consiglio comunale approvato con l'amministrazione zacchia, quindi il problema e solo dell'ufficio tecnico che non ha tempo a disposizione per avviare le giuste procedure di affidamento, ma ho i miei dubbi sull'affidamento. Per quanto concerne le capacità in merito alla delega dell'ex assessore allo sport, mi risulta che nel breve tempo che ha potuto gestire la sua delega si è dato molto da fare, vedi campo di calcio a 5, illuminazione campo di calcio,pavimentazione spogliatoi e piazzale antistante spogliatoi,messa in sicurezza piscina comunale con risparmio di circa 50 euro sull'iscrione rispetto all'anno precedente,sistemazione parco giochi adiacente casa comunale,forse per questo motivo gli è stata tolta la delega. scusate se è poco

    RispondiElimina
  8. ...però facci il piacere di stare zitto e di fare meno l'ipocrita...

    Punti nel vivo, scatenano il loro livore. Massimo, continua a dire in faccia alle persone quello che pensi, e non sbaglierai mai. Mi rendo conto che fa male sentirsi dire dire di essere incompetenti, ma d'altronde i fatti stanno lì a dimostrarlo. E poi attaccano sul personale, perchè ormai le scuse sono finite per difendere la pochezza dell'operato.
    Questi sono o sono stati i nostri amministratori.
    Davvero poca cosa.

    RispondiElimina
  9. l'anonimo delle 22.39 del 06 luglio 2010 fa lo gnorro sai cos'è lo gnorro? in dialetto nostrano intendiamo colui che fa finta di non capire.Caro massimo,se bisogna stendere un velo pietoso su quello che ha fatto Caparco e Zacchia allora sui tuoi comportamenti, atteggiamenti passati, presenti e forse futuri dovremmo stendere una lastra di acciaio e non un velo. solo un piccolo dettaglio Zacchia e Caparco a tuo dire incompetenti, hanno avuto il coraggio di sottoporsi al giudizio della gente di Calvi, entrambi in momenti diversi hanno vinto e perso, ma io mi chiedo e ti chiedo: Tu quando farai questo passo di sottoporti al giudizio della gente quando dimostrerai le tue proverbiali competenze,quando ci darai l'onore di ammirare il tuo saper fare,quando risolverai i tanti problemi che attanagliano i nostri cittadini o è meglio blaterare o ancora peggio fare da megafono a qualcuno che dei problemi di calvi se ne infischia altamente e tu lo sai bene, altro che incompetenza di Zacchi e Caparco qui siamo davanti a persone che non hanno dato mai niente agli altri, ma hanno sempre e solo fatto richieste, altro che rinascita, speriamo che l'impegno che questi signori mettono in politica non è uguale a quello che metteranno nel proprio lavoro, altrimenti staranno freschi. un amico di Caparco e di Zacchia. saluti e bene un bacio. aspetto risposte.

    RispondiElimina
  10. l'anonimo delle 22.39 del 06 luglio 2010 fa lo gnorro sai cos'è lo gnorro? in dialetto nostrano intendiamo colui che fa finta di non capire.Caro massimo,se bisogna stendere un velo pietoso su quello che ha fatto Caparco e Zacchia allora sui tuoi comportamenti, atteggiamenti passati, presenti e forse futuri dovremmo stendere una lastra di acciaio e non un velo. solo un piccolo dettaglio Zacchia e Caparco a tuo dire incompetenti, hanno avuto il coraggio di sottoporsi al giudizio della gente di Calvi, entrambi in momenti diversi hanno vinto e perso, ma io mi chiedo e ti chiedo: Tu quando farai questo passo di sottoporti al giudizio della gente quando dimostrerai le tue proverbiali competenze,quando ci darai l'onore di ammirare il tuo saper fare,quando risolverai i tanti problemi che attanagliano i nostri cittadini o è meglio blaterare o ancora peggio fare da megafono a qualcuno che dei problemi di calvi se ne infischia altamente e tu lo sai bene, altro che incompetenza di Zacchi e Caparco qui siamo davanti a persone che non hanno dato mai niente agli altri, ma hanno sempre e solo fatto richieste, altro che rinascita, speriamo che l'impegno che questi signori mettono in politica non è uguale a quello che metteranno nel proprio lavoro, altrimenti staranno freschi. un amico di Caparco e di Zacchia. saluti e bene un bacio. aspetto risposte.

    RispondiElimina
  11. Amico gnorrista, si dice fare lo "gnorri" e non fare lo gnorro.
    Tanto per precisare.
    Purista caleno

    RispondiElimina
  12. sono praticamente daccordo con l'amico delle ore 12,49 anzi spero che si faccia sentire ancora a lungo così possiamo sapere qualche cosa di più su alcuni personaggi caleni. ti raccomando tienici aggiornato perchè da quello che leggo sei molto informato. solo unappello all'amico Nicola Cipro, ti prego non pensare alla vendetta immediata, ricordati sempre che la vendetta "politica" si serve all'occorrenza. spero che il sign. caparco ritorni a mietere il grano. ciao nicola mi dispiace ma dovevi immaginarlo che finiva così tu lo conoscevi bene. un bacio

    RispondiElimina
  13. sono praticamente daccordo con l'amico delle ore 12,49 anzi spero che si faccia sentire ancora a lungo così possiamo sapere qualche cosa di più su alcuni personaggi caleni. ti raccomando tienici aggiornato perchè da quello che leggo sei molto informato. solo unappello all'amico Nicola Cipro, ti prego non pensare alla vendetta immediata, ricordati sempre che la vendetta "politica" si serve all'occorrenza. spero che il sign. caparco ritorni a mietere il grano. ciao nicola mi dispiace ma dovevi immaginarlo che finiva così tu lo conoscevi bene. un bacio

    RispondiElimina
  14. A proposito di lavori in corso...si sente parlare delle intenzioni della nostra maggioranza di ridurre la tassa tarsu per i cittadini a basso reddito e si citano leggi, ecc... Mi chiedo: non sarebbe meglio pagare la tarsu in base al nucleo familiare, piuttosto che alla metratura degli immobili? Avviene così un pò ovunque...ed è ovvio perchè a produrre i rifiuti sono gli esseri umani e non le loro case. Ma nel nostro caro comune ciò non avverrà mai! Le case sono grandi e le famiglie sempre meno numerose...Troppi interessi in gioco. Ma almeno non gettate fumo negli occhi ai cittadini promettendo ribassi.

    RispondiElimina
  15. penso che ormai sia noto a tutti che il depuratore di calvi è stato messo sotto sequestro dagli organi competenti perchè non depurava e quindi veniva causato inquinamento ambientale con tutte le conseguenze che comporta. A questo punto mi chiedo se questo argomento è stato oggetto di riunione dei capo gruppi per discuterlo in consiglio, in merito si sente dire in giro che l'argomento è stato oggetto di discussione ma non è stato mai portato (da chi è preposto)in consiglio comunale.Sono molto deluso dal punto di vista di chi ci rappresenta perchè se nè sono fregati della salute pubblica dei cittadini caleni.Se qualche politico locale ci può rispondere in merito nè saremo contenti,

    RispondiElimina
  16. Suggerirei di farcelo spiegare da qualcuno che è sempre aggiornato di tutto e sa sempre tutto di tutto.Il taffuri per esempio, che ultimamente ha avuto l’incarico di contare le macchine che parcheggiano davanti al comune e cipro quello di contare le persone che vanno al bar per prendere il caffe’

    RispondiElimina
  17. voi invece contate le truffe che fate e siete sempre in compagnia di truffatori,Tanto siete fatti della stessa pasta

    RispondiElimina
  18. signori (signori poi)adesso che avete divorato tutta la porchetta a sbafo, preparate i vostri collettori per il cinghiale, atttenzione a non scoppiare, buon appetito

    RispondiElimina
  19. Il nostro sindaco Caparco e il nostro assessore Agostino Capuano; ogni sera fanno a gara per vedere chi mangia più panini con la porchetta,(senza pagare ovviamente) per poi vedere chi dei due a fine anno batte il record della pancia più grossa. Perchè non pensate a fare qualcosa di utile per la collettività,anzichè pensare solo a sbafarvi?

    RispondiElimina

Posta un commento

Per semplicità abbiamo deciso di lasciare aperto lo spazio per i commenti, senza registrazione preventiva. Ti invitiamo comunque a lasciare un nome o un nickname, cosicché sia agevole seguire le conversazioni.

Post popolari in questo blog

I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.