I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

“Sia Massimo che Alberico, avete la mia stima. Ma Calvi non merita tanta dedizione.” Anonimo dal blog.

Caro amico, pur ringraziandoti dell’apprezzamento, debbo dirti che non sono d’accordo con te.

Calvi Risorta merita questo ed altro.

Te lo dice uno che non è nato qui, ma che qui si è ritrovato, vi ha trovato la finalità ultima, forse idealizzandola, ma non per questo meno concreta e reale.

Calvi è e resta un sogno, un sogno sognato fin da bambino quando i miei mi portavano dai nonni a trascorrere lunghe ed estenuanti estate.

Di allora ricordo giornate caldissime ed intense, panorami di luce abbacinante, il ritrovarsi la sera davanti ai bar a parlare di tutto e di niente.

Calvi merita questo ed altro.

Ricordo compagni di giochi che cambiavano anno dopo anno e a me, stupito, che chiedevo le ragioni di quella mancanza rispondevano:” E’ andato in Canada, in Inghilterra, in America.”

Non potevo capire, allora, i motivi di tale distacco, che avvertivo comunque lacerante anche per me, che in fondo ero estraneo.

Calvi merita questo ed altro.

Se non altro per avermi fatto comprendere l’intensità di una vita fatta di lavoro e di abbandoni, di rimpianti e di dolore.

Nel tempo ho maturato l’idea che quelli che sono rimasti sono stati forse più coraggiosi di quelli che hanno cercato fortuna lontano.

Per questa intima convinzione resto anch’io indissolubilmente legato a questa terra, cercando, in quello che posso, di aiutare a farla crescere.

Perché questa è la terra che amo, di cui mi sento figlio.

Certo, la situazione è sicuramente migliorabile.

Ma se cominciamo ad andarcene anche noi quale speranza di riscatto spetterà ad essa?

Diceva Plutarco, il famoso scrittore greco, a chi gli chiedeva perché non si fosse trasferito ad Atene invece di continuare a vivere a Cheronea, piccolo e sperduto villaggio della Grecia:” Perché se me ne andassi anch’io, nessuno si ricorderebbe più di Cheronea!”

Sapete quale è il mio sogno?

Che i tanti Plutarco caleni sparsi ormai in tutto il mondo trovino un giorno la possibilità reale di tornare qui, a rendere grande questa terra con il loro intelletto e la loro cultura.

Sta a noi tutti creare questi presupposti.

Commenti

  1. ... anche Ulisse era desideroso di ritorno... ma fu riconosciuto e accolto solo dal suo cane...

    RispondiElimina
  2. Il senso più profondo dell' "appartenenza" è il viaggio stesso!
    Il senso più profondo del "ritorno"...è far bene lì dove ci si trova!

    RispondiElimina
  3. Grande la tratteggiatura di spaccati di vita personale, emozionante la evocazione di magia dei luoghi,........bravo....come sempre!
    Lettrice anonima....ma forse neanche troppo.....!

    RispondiElimina
  4. la tratteggiatura ha sempre un suo fascino e soprattutto lascia spazio per l' interpretazione...cara lettrice anonima...molto anonima...

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Caro Massimo, cari amici, questa non è una terra facile.
    Mette a dura prova tutti, specie i più sensibili. Io ho scelto di restare qui e di occuparmi della vita pubblica, non di rado, ma in modo costante, pur con i miei modesti mezzi. certo devo ammettere che la mia determinazione talvolta vacilla, ma poi, tengo duro, così come tanti altri giovani.
    Al contempo non mi sento di recriminare con chi, mosso da esigenza o speranza ha percorso altre vie. Restare qui, lo dico senza problemi, è una grande sfida ecomporta rinunce considerevoli.
    Mi auguro che chi sia andato via vivrà un conteso migliore e che chi voglia tornare troverà una terra più ospitale. Questo però sta soprattutto a noi, che determinati a restare, abbiamo il dovere di migliorare questo lembo di mondo troppo spesso dimenticato. Antonello

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. zacchietto pensavo che ti fossi reso conto una volta per tutte del tuo fallimento politico. complimenti per i manifesti catarifrangenti, la gente nota il colore ma non si sofferma nemmeno a leggere il titolo. stai tranquillo che tra un paio di mesi, dopo il risultato elettorale delle provinciali, anche l'avv. Tina Izzo ti abbandonerà e sarai costretto, sempre se lo vorrai, a candidarti nella sua lista nel 2014. ciao e buon fine settimana. p.s. non sei il solo ad avere un pozzo senza fondo, hai trovato pane per i tuoi denti. ciaooooooo

    RispondiElimina
  9. Ragazzi, Giacomino e` proprio finito. Ora che la Izzo lo avra` bastonato sai che risate...che gran perdente! Mi sembra di vedere Antonellino tra qualche anno, lui e il suo sito incomprensibile, pieno di scarabocchi.

    RispondiElimina
  10. scarabocchi???


    1.700
    Visite

    5.490
    Visualizzazioni di pagina

    RispondiElimina
  11. già, molto megli la grammatica di Taffuri che l'eloqui forbito di un Giovanni Pera... ma fammi il piacere!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  13. Sinceramente non so più cosa pensare di Antonello. Prima si prende il merito delle tante bonifiche compiute sul territorio; poi scrive che i containers sono stati rimossi grazie al suo intervento; adesso pensa addirittura di essere riuscito a far mobilitare, con una lettera firmata da lui e da Zona, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, affermando di essersi dovuto sostituire al Sindaco intento solo ad apparire nella sfilata pubblica!
    Allora, caro Antonello, va a verificare gli interventi che il Sindaco, in questi ultimi mesi, ha fatto di persona presso la Prefettura, la Questura, ed i Carabinieri sull'argomento "atti vandalici", e poi ti renderai conto se le Autorità hanno dato ascolto ad un Sindaco o alla lettera di due consiglieri di minoranza. Informati poi sugli interventi di messa in sicurezza degli edifici posti in essere dall'ufficio tecnico; informati ancora sul finanziamento per la videosorveglianza ottenuto dal comune (i comuni della provincia di Caserta destinatari dei finanziamenti sono stati appena 5, vale a dire Caserta, Marcianise, Cancello ed Arnone, San Marco Evangelista, e Calvi Risorta, ed il nostro è stato quello di importo più cospicuo dopo Caserta): una serie di telecamere sorveglieranno i luoghi sensibili, a partire proprio dalle scuole. Questi sono fatti, e la sfilata è solo una delle iniziative. Un altro appunto: lettere come la tua ne sono state fatte in quantità persino da Zacchia, che però non ha cavato un ragno dal buco.

    RispondiElimina
  14. Ricapitoliamo un attimo la situazione delle provinciali.
    Assunta Izzo ha rotto definitivamente con Zacchia (incredibile constatare quanto poco tempo abbia impiegato per inquadrare il personaggio), ed è ormai lanciata da mesi come candidata ufficiale dell'IDV. Geremia si candiderà in quota Ventre. Zacchia, conscio della batosta che prenderebbe, sembra aver deciso di candidarsi nel collegio di Sessa Aurunca (dove, purtroppo per lui, lo conoscono meglio ancora che a Calvi) con il partito socialista di Oliviero: così a Calvi firma manifesti con il PD, e a Sessa si candida con i socialisti. Qui a Calvi ha lanciato il suo delfino, Luca Capuano, forte dell'enorme bagaglio di 30 (dico trenta) voti riportati alle scorse amministrative; non potrebbe infatti mai appoggiare Tina, che nel caso avesse un buon riscontro elettorale metterebbe una seria ipoteca sulla candidatura a sindaco del 2014, e questo Zacchia non lo può permettere. Ermanno è ambiguo come al solito, parla di candidarsi per raccogliere l'eredità e lo spirito originario di Uniti per Calvi (che magra eredità!), ma alla fine se ne starà a casa ed appoggerà Tina Izzo, pronta a transitare nel suo gruppo consiliare dopo le elezioni. Antonello pare che non abbia ancora deciso, anche se c'è chi dice che stia già andando in giro a chiedere voti: una sua candidatura sarebbe sicuramente interessante, specie nel confronto con Tina Izzo, perchè chi dei due riuscisse a spuntarla si porrebbe come alternativa politica in chiave futura (elezioni 2014). Anche Cardillo si candida nelle fila di Rifondazione. Non credo mancherà un rappresentante dell'amministrazione in carica: la partita è tra le 3 figure istituzionali più importanti (sindaco, presidente del consiglio comunale e vicesindaco).
    Ricapitolando: Tina Izzo, Salvatore Geremia, Cardillo, Luca Capuano, Antonello e Antonio Caparco (o Lello De Vita o Giovanni Marrocco). Ovviamente nessuno verrà eletto, ma non ci annoieremo di certo in campagna elettorale.

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  16. Tranquillo sindaco, siamo con te e con la tua squadra.

    RispondiElimina
  17. Meno male che caparco c'è! (cantata, sul noto motivetto, fa più effetto)

    RispondiElimina
  18. Delegittimare è lo strumento dell' antipolitica. Non è possibile far politica, anzi non eiste politica, se prima non c' è il riconoscimento dell' altro. Delegittimare significa appunto non riconoscere.
    Amati concittadini: non state facendo politica!

    RispondiElimina
  19. Caro Sindaco, avevi detto che i lavori di rifacimento delle strade iniziavano entro il 15 gennaio. E ora? Ti rimangi la parola ? Anche il fatto di voler fare l'accentratore, con le candidature alle provinciali. Prima sindaco, poi sindaco, poi ancora sindaco, poi alla provincia e poi presidente della Repubblica ? Sei troppo accentratore. Lascia un po' di spazio agli altri. Marrocco è un valido candidato. I cittadini non sono fessi, e così come hanno bastonato Zacchia, corri il rischio che bastoneranno anche te.

    Con affetto, per consiglio.

    Un tuo votante.

    RispondiElimina
  20. Se non te ne sei accorto i lavori sono iniziati il 18 gennaio

    RispondiElimina
  21. Mi dispiace ma non me ne sono accorto. Ho visto solo che si è tappezzato qualche buco per le vie del paese. Buchi che sono ovviamente sprofondati con le piogge di questi giorni. Nessun rifacimento del manto stradale. Forse ho bisogno di occhiali nuovi?

    RispondiElimina
  22. "Delegittimare è lo strumento dell' antipolitica. Non è possibile far politica, anzi non esiste politica, se prima non c' è il riconoscimento dell' altro. Delegittimare significa appunto non riconoscere.
    Amati concittadini: non state facendo politica!"

    Condivido.
    E non comprendo come si possa continuare ad assistere rassegnati a tutte queste invettive.
    Evidentemente, c'è bisogno ancora di toccare il fondo?!...
    Peccato che, alla fine, i primi ad essere travolti saranno proprio i protagonisti dell'antipolitica.
    Comunque, spero che il buon senso prevalga e la possibilità di un vero dialogo si faccia strada... in modo che la logica del NOI finalmente prevalga sulle logiche becere della partigianeria.
    Calvi abbia a vivere nel prossimo futuro momenti di autentico confronto. Ma tutti, dico tutti, ciascuno di noi ha l'obbligo morale di fare la propria parte, perciò a tutti e a ciascuno auguro tanto coraggio e buon lavoro.

    RispondiElimina
  23. una domanda ai ben informati: sapete chi sarà il nuovo direttore dei lavori relatvamente al rifacimento delle strade? e quanto percepirà?

    RispondiElimina
  24. Meno della metà della metà della metà di quanto percepito dal solito geometra di fiducia di Zacchia nei periodi d'oro.
    Poco più della metà di quanto avrebbe dovuto percepire per una semplice progettazione delle scuole.
    Più o meno quanto percepito da Zacchia in un anno e mezzo di fallimentare mandato.
    Più o meno una volta e mezzo quanto percepito da Valentino per analogo incrico nell'ambito di un lavoro di appena 400.000 euro contro un lavoro, questo delle strade, che dai comunicati di Zacchia dovrebbe essere di quasi 3 milioni di euro, a meno che non abbia raccontato delle fesserie.

    RispondiElimina
  25. Con la denuncia presentata ai vigili riguardo la pericolosità dei carri di carnevale e la necessità che la manifestazione venga fermata, Zacchia, che già aveva toccato da tempo il fondo, ha iniziato ora a scavare dando un colpo di grazia definitivo alla sua già scarsissima credibilità politica e, a questo punto, devo dire anche umana.
    Questa non è opposizione a Caparco ma è opposizione a Calvi Risorta ed ai caleni. Complimenti, caro ex!

    RispondiElimina
  26. Come al solito tante chiacchiere, molta demagogia, ma nessuna risposta.

    Ripeto: chi è il direttore dei lavori? quanto percepirà?

    Non sono elettore di zacchia ma di Caparco, e semplicemente vorrei sapere come i miei soldi di contribuente vengono spesi ora con lui, dopo la scellerata gestione della banda Zacchia.

    Qualcuno sa darmi una risposta?

    RispondiElimina
  27. Il rifacimento, come dice Zacchia, sono a costo zero. Per cui anche se il direttore dei lavori prendesse per assurdo 2 milioni di euro, per te cittadino sarebbe indifferente. Discorso diverso invece per gli incarichi conferiti con i mutui (questi sì a carico dei cittadini) dei lavori di completamento del polivalente, l'opera che avrebbe dovuto realizzare, e che non ha mai realizzato pur essendo stata regolarmente pagata, l'impresa di Setola per intenderci: 67.000 euro di lavori mai eseguiti eppur pagati con i mutui saldati dai cittadini. Un compenso di molto superiore al direttore dei lavori delle strade per non fare nulla. E questa non è demagogia, ma una tragica realtà messa nero su bianco dagli stessi tecnici di Zacchia e nota a livello nazionale.
    Leggi ad esempio questo articolo apparso su casertace e non certamente sul sito di Vito:
    http://www.casertace.it/home.asp?ultime_news_id=5967

    RispondiElimina
  28. Il rifacimento delle strade, come dice Zacchia, è a costo zero. Per cui anche se il direttore dei lavori prendesse per assurdo 2 milioni di euro, per te cittadino sarebbe indifferente. Discorso diverso invece per gli incarichi conferiti con i mutui (questi sì a carico dei cittadini) dei lavori di completamento del polivalente, l'opera che avrebbe dovuto realizzare, e che non ha mai realizzato pur essendo stata regolarmente pagata, l'impresa di Setola per intenderci: 67.000 euro di lavori mai eseguiti eppur pagati con i mutui saldati dai cittadini. Un compenso di molto superiore al direttore dei lavori delle strade per non fare nulla. E questa non è demagogia, ma una tragica realtà messa nero su bianco dagli stessi tecnici di Zacchia e nota a livello nazionale.
    Leggi ad esempio questo articolo apparso su casertace e non certamente sul sito di Vito:
    http://www.casertace.it/home.asp?ultime_news_id=5967

    RispondiElimina
  29. Chi di spada ferisce, di spada perisce! Zacchia, con ragione o torto, ha subito decine e decine di denunce da parte di Caparco. E ora lo stesso sta facendo lui con Caparco. Di cosa ci si meraviglia ? Fatemi capire. Uno feta e l'altro puzza !!! Ci state ancora pensando a chi è meglio tra i due ?

    Il fatto è che ci vuole gente nuova, volti nuovi. Caparco, Capezzuto, Cipro, Zacchia e i soliti volti, ci avete stancato!

    Basta ! Iatvenn ! Voi con tutta la vostra superbia, arroganza e strafottenza !

    Anonimo schifato.

    RispondiElimina
  30. E non dirmi che per te il nuovo sarebbe Antonello Bonacci...idem Zacchia con patate, tante patate. Lunga vita a Caparco!!!

    RispondiElimina
  31. Tra i volti nuovi metterei anche Nicola Cipro. E' alla prima esperienza amministrativa e già si sta facendo valere. Per lo meno è uno che non ha paura di contraddire Caparco e quel che pensa lo dice chiaramente.
    Come Marrocco e Silver.
    Gli altri, prudentemente ...., si astengono.

    RispondiElimina
  32. C'è una grossissima differenza tra il modo di operare di Zacchia e quello di Caparco. A parte il fatto che Zacchia, persino quando era amministratore, ha fatto forse il triplo degli esposti presentati dall'opposizione, ma con una particolarità: lui ne faceva uno al giorno ed erano mirati contro giornalisti, consiglieri, i suoi stessi funzionari di fiducia, imprenditori e comuni cittadini (tutti archiviati); l'opposizione le faceva contro gli atti illegittimi adottati dalla sua amministrazione (e solo dopo mille inascoltate segnalazioni agli amministratori stessi ed ai funzionari), accertati come tali da qualsiasi autorità possibile ed immaginabile se è vero come è vero che vi sono stati arresti, rinvii a giudizio, indagini in corso, commissioni d'accesso, lottizzazioni irregolari ed un caso Setola: bisognava forse tacere tutto ciò ed essere omertosi? Adesso che Zacchia è all'opposizione continua su questa falsariga che lo ha portato alla rovina politica, continuando ad attaccare e a denunciare le persone (continuando però ad ottenere solo archiviazioni), cercando di fermare lavori pubblici (vedi gli ispettori del lavoro sui cantieri o le continue segnalazioni sulle presunte irregolarità delle ditte appaltatrici) ed addeso persino le manifestazioni che tengono vive il paese (tentativi già esperiti durante l'Estate Calena con la GEA, ed adesso con il Carnevale). Tutto ciò Caparco e Marrocco non lo hanno mai fatto. Quella di Zacchia ed i suoi 4 giullari, infatti, non è opposizione a Caparco, ma è opposizione a Calvi Risorta ed ai cittadini caleni tutti. Dovrebbero solo vergognarsi.

    RispondiElimina
  33. Concordo pienamente con il fatto che se c'è qualche volto nuovo ed indipendente nella politica locale questi non è certamente Antonello, ma Nicola Cipro, Silver Mele e Giovanni Marrocco, ed in chiave futura questo lascia ben sperare.
    Attualmente però, tra Zacchia, Caparco ed Antonello sceglierei dieci volte su dieci sempre Caparco. Degli altri due l'uno è l'incarnazione dell'incapacità politica che pensa solo al proprio tornaconto personale; l'altro non è ancora nessuno ma già mostra evidenti segni di protagonismo ed arroganza, e questo non lascia certamente ben sperare nel caso dovesse mai essere eletto sindaco.

    RispondiElimina
  34. La differenza tra Zacchia e Caparco è che Zacchia è diventato sindaco per caso, solo perchè si è dovuto confrontare con Gaetano Capuano e non con Antonio Caparco che lo avrebbe distrutto.
    Zacchia è politicamente finito dopo nemmeno 10 mesi, quando tutti hanno capito chi era in realtà; Caparco è sulla breccia ormai da 30 anni, e questo vale più di ogni altro commento, se a distanza di tanto tempo vanta ancora un consenso plebiscitario.

    RispondiElimina
  35. penso che non serva rimacare le differenze tra Caparco e Zacchia.come non penso che calvi possa avere un sindaco migliore di quello attuale. guardate, non credo che caparco sia bravissimo, ma sicuramente ha le doti adatte per la nostra comunità. calvi non ha bisogno di un sindaco dietro una scirvania. calvi ha bisogno di un uomo del fare, di uno che quotidianamente risolve i problemi dei cittadini, che sappia scoltare le loro istanze e che, nelle dovute occasioni, sappia anche usare i giusti toni. a questo punto chi meglio di caparco, del resto la sua durata politica dimostra come la maggior parte di noi cittadini abbiamo votato e voluti lui. come diceva qualcuno sta sulla cresta dell'onda da almeno 20 anni e questo qualcosa deve pur significare. ciao a tutti

    RispondiElimina
  36. penso che non serva rimacare le differenze tra Caparco e Zacchia.come non penso che calvi possa avere un sindaco migliore di quello attuale. guardate, non credo che caparco sia bravissimo, ma sicuramente ha le doti adatte per la nostra comunità. calvi non ha bisogno di un sindaco dietro una scirvania. calvi ha bisogno di un uomo del fare, di uno che quotidianamente risolve i problemi dei cittadini, che sappia scoltare le loro istanze e che, nelle dovute occasioni, sappia anche usare i giusti toni. a questo punto chi meglio di caparco, del resto la sua durata politica dimostra come la maggior parte di noi cittadini abbiamo votato e voluti lui. come diceva qualcuno sta sulla cresta dell'onda da almeno 20 anni e questo qualcosa deve pur significare. ciao a tutti

    RispondiElimina
  37. A giudicare da come ha impostato la campagna per le provinciali, mi sa che il pozzo senza fondo di Tina è ancora più profondo di quello di Zacchia. Il suo più acerrimo avversario, purtroppo per lei, è però proprio Zacchia, che mai e poi mai vorrà esserle secondo.
    Ermanno pensa di poter avere una candidatura con il partito che ha il nome di un distributore (l'API di Rutelli), ma non sa che proprio Zacchia, il quale uscirà allo scoperto il giorno prima della presentazione delle candidature, sarà il candidato dell'API nel nostro collegio su indicazione del suo mentore De Franciscis: e così farà le scarpe per la seconda volta di seguito ad Ermanno (che anche se raccogliesse voti per l'API sarebbero spesi da Zacchia come il frutto di un suo impegno politico diretto), e per la prima volta a Tina, che avrà così la conferma definitiva ai suoi tanti dubbi su Zacchia.
    I candidati alla fine saranno i seguenti: Caparco, Tina Izzo, Zacchia, Geremia e Cardillo.
    Anche Antonello vorrebbe essere della partita ma pare che non ne abbia il tempo: secondo me, invece, oltre il tempo non ha nemmeno una proposta di candidatura, a meno che Zacchia non passi definitivamnete all'API (cosa che farà non appena compierà questa scelta il suo amico Cappello) e quindi gli si aprano le porte del PD o di una lista collegata.

    RispondiElimina
  38. Certo che vedere candidato Caparco o chicchessia con la lista "PDL BERLUSCONI PRESIDENTE" mi fa ribrezzo. Mai e poi mai metterò un X su quel simbolo schifoso !

    RispondiElimina
  39. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  40. Ma è vero che è finito dallo psicologo dopo le recenti elezioni? Aveva comprato una moto per la sfilata in caso di vittoria...Che batosta! E continua a farsi prendere in giro con i suoi manifesti.

    RispondiElimina
  41. Ditemi una sola cosa che ha fatto Caparco in Provincia per Calvi e lo voto???....

    RispondiElimina
  42. Spero che non si candidi Caparco. Vorrei Cipro candidato. In caso contario, voterò l'IDV di Izzo.

    RispondiElimina
  43. la ricordo la motocicletta!!!! onestamente pensavo che gli servisse per scappare via. cmq mi piacciono i suoi manifesti catarifrangenti. zacchia ma ora cosa fai??? chi voterai???? secondo me finirai per entrare nella scuderia dell'avv. Tina Izzo insieme al sempre bambino Ermannino. ciaoooo

    RispondiElimina
  44. Voto Tina Izzo. Basta Caparco. Onnipresente, onniscente, onnipotente. E che cavolo ! Un pò di umiltà questa gente non sa dove cavolo sta di casa ? Che lasciasse spazio agli altri. Nun s'abbotta mai !

    RispondiElimina
  45. Allora sarai uno dei pochi...Caparco sara` l`espressione di un`intera maggioranza.

    RispondiElimina
  46. Hai prorpio ragione, caro amico illuso e miscredente. Caparco è l'espressione di un'intera maggioranza? Ma dove vai a vederti questi film?
    Domanda a Marrocco, a Silver, a Cipro se è l'espressione di un'intera maggioranza.
    Caparco è l'espressione solo di se stesso, della sua famiglia e di qualche amico.
    E questi sono i voti che si troverà.

    RispondiElimina
  47. fino a prova contraria dobbiamo dare merito a caparco ma anche a marrocco, Cipro e il resto degli amministratori dei risultati fin ad ora raggiunti. il merito è di tutti e di tutti è la volontà di esprimere un candidato forte al consiglio provinciale da tutti individiato nella figura del sindaco. lo so che ci rimarrai mai ma la realtà è questa. ciao

    RispondiElimina
  48. Ti prendo in parola. Vediamo dopo le elezioni chi di noi due ci resterà male.
    Ci stai?

    RispondiElimina
  49. Guarda che Silver e` il primo sostenitore del sindaco. E se lo e` lui c`e` da fidarsi. Ricordate come liquido` Zacchia fiutandone per primo il fallimento? Caparco e` il candidato della maggioranza.

    RispondiElimina
  50. Penso che a Calvi, Caparco sarebbe sempre il più votato, ma candidarsi (nel PDL ) sarebbe l' inizio della fine. E'al momento verosimile che per essere eletto nel PDL ci vogliono minimo 5500 voti, 2000?! a Calvi e gli altri?
    A me il voto per Mele e Marrocco lo ha chiesto Geremia, con Geremia candidato perchè dovrebbero votare Caparco? De Vita cosa ne penserebbe? Sono anche certo che Cipro farà le stessa scelta di Marrocco e Mele.

    RispondiElimina
  51. Vi ripeto che Caparco è il candidato ufficiale della maggioranza!!! fatevene una ragione
    a giorni uscirà anche la comunicazione circa la sua candidatura!!!! auguro un in bocca al lupo al sindaco e al futuro consigliere Caparco.

    RispondiElimina
  52. Anche io auguro tanta fortuna al sindaco Caparco, al Consigliere Caparco, al Presidente Caparco, all'Assessore ai lavori pubblici Caparco, ecc. ecc.

    Prenderai una di quelle batoste che nemmeno immagini ! Siamo in democrazia, e democraticamente ti dico che avresti dovuto lasciare spazio a Cipro e Marrocco, i miei candidati ideali. Vuoi correre tu ? In bocca al lupo, ma io non ti voto e sono certo che come me tanti altri !

    Con affetto e stima.

    RispondiElimina
  53. Validate Our Downcast Prices at www.Pharmashack.com, The Unrivalled [b][url=http://www.pharmashack.com]Online Chemist's [/url][/b] To [url=http://www.pharmashack.com]Buy Viagra[/url] Online ! You Can also Hold sway over up Immense Deals When You [url=http://www.pharmashack.com/en/item/cialis.html]Buy Cialis[/url] and When You You [url=http://www.pharmashack.com/en/item/levitra.html]Buy Levitra[/url] Online. We Also Companions a Staggering Generic [url=http://www.pharmashack.com/en/item/phentermine.html]Phentermine[/url] In move of Your Nutriment ! We Put out up Pre-eminence duplicate [url=http://www.pharmashack.com/en/item/viagra.html]Viagra[/url] and Also [url=http://www.pharmashack.com/en/item/generic_viagra.html]Generic Viagra[/url] !

    RispondiElimina
  54. Ma dove devono andare Cipro e Marrocco? Era il modo buono per resuscitare qualche cadavere...

    RispondiElimina
  55. capisco la vostra voglia di stuzzicare ma vi posso assicurare che marrocco e cipro, super soddisfatti sia per il rsultato personale ottenuto in termini di voti e sia per l'ottima gestione amministrativa tenuta da tutta la maggioranza, soterranno il candidato antonio caparco in questa campagna

    RispondiElimina
  56. in questa campagna elettorale che, stando a receni voci di corridoio, non vedrà il dott. Zacchia in campo, determinando di consguenza la sua fine politica e l'ascesa dell'avv. Tina

    RispondiElimina
  57. Sinceramente una donna in politica non mi dispiace. Forza Tina.

    Una tua elettrice.

    RispondiElimina
  58. Sicuramente molto meglio Tina che Zacchia, ma la sostanza politica non è poi tanto dissimile.
    In ogni caso i candidati sicuri sono per addesso 6: Antonello, Caparco, Tina, Cardillo, Geremia ed il cognato di Pietro Golden. All'ultimo minuto si aggiungerà sicuramente anche Zacchia per fare le scarpe a Tina.

    RispondiElimina
  59. Cipro e Marrocco sosterranno apertamente e con forza Caparco, pur avendo teoricamente forza e numeri per ben figurare nel lotto dei possibili candidati: ricordatevi che Marrocco è stato il primo degli eletti in un lotto di ben 51 candidati, mentre Cipro è stato il quarto assoluto degli eletti, ottenendo molti più voti di Ermanno e Tina, ed il doppio del suo predecessore (l'ex assessore Remo Cipro, la cui presenza in una qualsiasi amministrazione è una garanzia di scioglimento anticipato della stessa).

    RispondiElimina
  60. ... E vi meravigliate che i politici nostrani non sono in grado di esprimere qualcosa di meglio e di utile per Calvi?!
    Se questi "poveri cristi" continuano ad essere supportati da taluni commentatori che sanno soltanto "sputare" sentenze, e non, invece, ad essere aiutati nel loro impegno, con suggerimenti liberi da superficialismo, livore e partigianeria, non c'è scampo per nessuno!
    Neppure per chi si compiace, in un modo o nell'altro, di "cavalcare" siffatti sostenitori!

    RispondiElimina
  61. "Da domani sorrisi stampati sulla faccia, dunque. Buon viso, ma cattivo, cattivissimo gioco. Se ci sarà una possibilità concreta di far perdere Caldoro e Zinzi, Cosentino ci si getterà a pesce. Al di là dei salmi che finiscono in gloria apparente".

    fonte: http://www.casertace.it/home.asp?ultime_news_id=8206

    RispondiElimina
  62. Borsellino: “Ingannato da Di Pietro. Mai più Agende Rosse con l’Idv”
    di Salvatore Borsellino.

    "Di Pietro non ha saputo rinunciare ai voti clientelari, non ha capito che perdendo qualche migliaio di voti buoni per ogni stagione e per ogni bandiera avrebbe guadagnato molti più voti di giovani che per la Verità e per la Giustizia saranno sempre pronti a combattere. Continuerò a sostenere persone come Benny Calasanzio, Giulio Cavalli, Emiliano Morrone, Sonia Alfano, Luigi De Magistris, tutte quelle persone che, continuo a credere, potrebbero fare diventare l'IDV quello che non ha avuto il coraggio di diventare. Invece dei passi avanti che mi attendevo, sono stati fatti dei passi indietro e non accetterò più che le bandiere dell'IDV si mescolino al simbolo delle Agende Rosse. Se IDV ha dimostrato di essere un partito come gli altri non c'è nessuna ragione perchè venga da noi considerato in maniera diversa dagli altri".

    http://temi.repubblica.it/micromega-online/borsellino-ingannato-da-di-pietro-mai-piu-agende-rosse-con-lidv/

    RispondiElimina
  63. Con 7 candidati a Calvi Risorta ed altri 7 a Sparanise se ne staranno tutti a casa, come al solito. E' mai possibile che nel nostro collegio non si riesca mai a trovare uno straccio di accordo su uno o anche due nomi condivisi su cui puntare? I personalismi la fanno da padrone. Che senso ha la candidatura di persone che, si sa per certo, non andranno mai oltre i 150/200 voti? L'unico senso è quello di portare in dote questa manciata di voti al partito e al politicante di turno per poi andare "a spendere" soltanto per il proprio personale interesse. Secondo me l'amministrazione in carica ha il diritto di esprimere un proprio candidato, anche se sarebbe meglio non fosse il sindaco (personalmente avrei visto bene come candidato il dottore Marrocco, uno che fa politica non certamente per interessi personali, e che dimostra ciò anche nella vita di tutti i giorni). Per il resto posso comprendere la candidatura di Antonello Bonacci, anche se per lui il rischio è molto grosso: se non dovesse arrivare per lo meno secondo verrebbe etichettato nell'immaginario collettivo, dopo la terza sconfitta di seguito, come un "perdente", e questo lo danneggerebbe non poco per le elezioni del 2014. Tina Izzo ha avviato una campagna da 100.000 euro, ma ipotizzo per lei una grossa delusione: si gioca il secondo posto con Antonello.
    Per il resto non comprendo affatto le candidature di Geremia, Cardillo, del cognato di Golden e di Zacchia (che si candiderà all'ultimo minuto con l'API, rompendo con Tina e restando così da solo "Unito per Calvi"): tutti insieme fanno non più di 500/600 voti che non servono a nulla, ma che potrebbero impedire ad uno degli altri tre di farcela.
    Personalmente avrei voluto assistere ad una sfida a tre: Marrocco, Bonacci e la Izzo. Il vincitore sarebbe stato, con ogni probabilità, il candidato a sindaco da battere nel 2014, sempre ammesso che Antonio Caparco si faccia da parte.

    RispondiElimina
  64. Interessante articolo sulla "gomorra rossa". Indovinate un pò? Anche Calvi Risorta viene tirata in ballo.

    http://www.napolionline.org/new/lombra-della-gomorra-rossa-i-casalesi-e-i-legami-a-sinistra

    Come già avvenuto in passato:

    http://www.casertace.it/home.asp?ultime_news_id=5967

    http://www.ilgiornale.it/interni/lombra_gomorra_pd_tu_coprimi_casalesi/11-11-2009/articolo-id=398046-page=0-comments=1

    http://www.casertace.it/home.asp?ultime_news_id=3975

    http://www.robertosaviano.it/documenti/8949/

    Non ci smentiamo mai!!!

    RispondiElimina
  65. complimeti per l'ottima esposizione!!! al contrario tuo credo però che le uniche due candidaure legittime siano quelle del sindaco ( o anche del vice) e dell'avv Tina. il sindaco perchè ha una forza politica di tutto rispetto e la seconda perchè ha intrapreso un perscorso politico avendo ale spalle un europarlamentare.
    per quanto riguarda antonello non sono del tuo stesso avviso perchè sta dimostrando solo il desiderio irrefrenabile di arivare. ha cambiato già un paio di partiti ( verdi, poi pd, adesso non si sa) dimostrando agli occhi della gente di essere diverso da come si è mostrato nelle tornate precedenti.
    è mai possibile che per fare politica ci si debba per forza di cose presentare a tutte le tornate elettorali????
    su una cosa sono d'accordo, se non otterrà un buon risultato finirà per autodistruggersi. io gli suggerirei di candidare un compomnente del suo gruppo politico, ma credo che per come è caratterialmente antonello non farà mai un passo del genere. alla prossima

    RispondiElimina
  66. Antonello ha già ottenuto ottimi risultati sul territorio. In pochi mesi dal suo insediamento ha eliminato i containers, ha effettuato vaste opere di bonifica del territorio e da ultimo ha eliminato il fenomento del vandalismo, facendo addirittura convocare il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza! Questi sono i fatti con i quali vince il territorio, come ha ben detto anche il Pera. Visto che già ha fatto tutto quello che c'era da fare a Calvi Risorta, è giusto quindi che ora metta la sua grande esperienza al servizio dell'intera provincia, dove potrebbe, grazie alle sue indubbie capacità politiche, raggiungere risultati ancor più grandi, ma sicuramente alla sua portata: sconfiggere definitivamente il clan dei casalesi ed azzerare la disoccupazione.

    RispondiElimina
  67. certo che vivi tra le nuvole. guarda caso le cose che dici erano menzionate nel programma dei 100 girno dell'amministrazione caparco. in ogni caso se da semplice consigliere di minioranza è riuscito ad ottenere così tanti risultati significa che da eventuale amministratore riuscirà ad ottenere un insediamento produttivo per uno stabilimento Fiat sopra da
    Moccia???? fate ridere

    RispondiElimina
  68. La candidatura di Caparco è una cosa senza senso.
    Perché mai dovrebbe essere consigliere provinciale? Cosa dovrebbe dire, fare, progettare?Mai sentita una sua idea politica.

    Le elezioni provinciali eleggono politici e caprco non è un politico. punto

    chi lo vota dà un voto inutile, solo buono a fargli prendere un altro stipendio. unico motivo per cui si candida.

    sveglia! aveglia! sveglia!

    RispondiElimina
  69. Ovviamente il commento su Antonelloo era ironico!

    RispondiElimina
  70. Caparco ? Ora dedicati a Calvi che c'è molto da fare e in questi mesi avete fatto ben poco.

    Altra gente alla provincia. Di certo non Caparco. Mi dispiace che non si siano candidati Cipro o Marrocco, sì che li avrei votati!

    Ma si sa, la smania di potere, l'insazietà di poltrone, porta Caparco a candidarsi ovunque.

    RispondiElimina
  71. In questi mesi si è già fatto dieci volte quanto fatto da Zacchia in 4 anni e mezzo. Certo si sarebbe potuto teoricamente fare di più, ma ci si scontra quotidianamente con i guai politici ed amministrativi lasciati da Zacchia e dai suoi, che richiederanno almeno due anni di risanamento. A fine mandato saranno poi gli elettori a giudicare, com'è giusto che sia.
    Caparco poteva sicuramente fare spazio ad altri, ma alla fine la sua candidatura è stata comunque una decisione condivisa da tutta l'amministrazione. In ogni caso, nel lotto degli attuali candidati, Caparco resta comunque l'unico che ha qualche possibilità di essere eletto. Il resto dei candidati prenderà solo qualche manciata di voti da spendere a proprio uso e consumo; credo perciò che gli elettori debbano tenere conto di ciò nell'esprimere le proprie preferenze. Con Caparco consigliere provinciale, ed al contempo sindaco, si aprono sicuramente scenari migliori per il nostro paese, vista la possibilità di accedere più facilmente a finanziamenti per realizzare nuove opere ed infrastrutture nel nostro paese; cosa che non potrebbe di certo succedere con una Tina Izzo consigliere che non ha alcun interesse a lavorare in sinergia con l'attuale amministrazione.
    Vedi ad esempio il caso di Zacchia, membro del direttivo ASI, che nulla ha fatto per Calvi Risorta.

    RispondiElimina
  72. l'unica cosa che si aprono a calvi sono le strade.
    Sono stato a Bagdad e vi assicuro che li le strade sono migliori, ops ma li Caparco nn c'è.
    ormai solo interessi personali.
    ><votateli gente votateli

    RispondiElimina
  73. Tornaci pure a Baghdad...

    RispondiElimina
  74. Tornaci pure a Baghdad...
    commento tipico di un iracheno caparchiano ...

    RispondiElimina
  75. Le strade Baghdad sono state ereditate dall'amministrazine Zacchia, e se finora non si è potuto intervenire è ugualmente colpa di Zacchia e dei suoi fantastici tecnici che hanno fatto un appalto scandaloso.
    Leggi pure questo intervento:
    http://www.calvirisorta.com/articoli%20giornale/articoli%20giornale%202010/archivio%20articoli/20100207%20Democratici%20caleni.htm

    RispondiElimina
  76. "Con Caparco consigliere provinciale, ed al contempo sindaco, si aprono sicuramente scenari migliori per il nostro paese, vista la possibilità di accedere più facilmente a finanziamenti per realizzare nuove opere ed infrastrutture nel nostro paese..."
    Chiedo scusa, ma dove le vedi tutte queste capacità in Caparco? Da quanti anni gestisce il potere a Calvi?
    La disastrosa situazione in cui versiamo è solo colpa di Zacchia?
    Io credo che il beneamato Cricco non abbia la minima idea di che cosa significhi amministrare, programmare, pianificare e sopratutto ottenere finanziamenti (chiedi in giro quanti ne sono stati bocciati di quelli richiesti fino ad oggi dall'attuale amministrazione... il 100% - ripeto: il 100% - segno della evidente incapacità e proporre progetti e ottenere finanziamenti).
    E ancora, mi risulta che già sia stato consigliere provinciale ma di questo non ne ha giovato per nulla l'intera cittadina, al massimo qualcuno del suo numeroso ed ingordo clan, il cui motto potrebbe essere "Tutto per me e niente per gli altri".
    Alla luce di ciò, non mi spiego il perpetuo scodinzolare dei molti che lo seguono ancora, ammaliati dal fascino del potere e dalle briciole che cadono dalla tavola dello stesso.

    Mah, speriamo che si faccia da parte, lui e la sua schiera, per il bene di Calvi.

    RispondiElimina
  77. Sei davvero poco informato sui finanziamenti ottenuti: videosorveglianza (280.000,00 €, assegnati solo a 4 comuni tra i 104 facenti parte della provincia di Caserta), quello per il completamento dei PIP (quasi 3 milioni di euro per un'opera da 250 posti di lavoro), e quelli sulle scuole (per diverse centinaia di migliaia di euro); mentre sono in fase di definizione finanziamenti per diversi milioni di euro. Se questa non è programmazione!
    Per quanto riguarda la provincia Caparco è subentrato sul finire del mandato a consiglieri che avevano rinunciato; nel breve lasso di tempo che ha ricpoerto quella carica ha ottenuto un grosso finanziamento, di cui si parlerà in campagna elettorale, e si è contraddistinto per la lotta all'installazione della centrale. Questi sono i fatti con i quali vince il territorio, come dice il grande maestro di tutti i giornalisti Vito Taffuri. Le chiacchiere stanno a zero.

    RispondiElimina
  78. Grande maestro di tutti i giornalisti ....
    Contento tu ...

    RispondiElimina
  79. Caparco è subentrato in provincia più di due anni dal termine del mandato ed era anche consigliere di maggioranza, e tutti questi finanziamenti non ci sono stati nel 2004 i caleni non lo volevano vedere neanche da lontano per il suo modo di amministrare sia in comune che in provincia.
    P.S. il Terreno della centrale di Sparanise è di Cosentino amico carissimo di Caparco

    RispondiElimina
  80. Ed anche il Carnevale finì. E le strade di Calvi, oltre ad essere piene di buche, ora sono anche sporche e piene di bombolette spray pericolose. Ma com'è possibile non avere un pò di coscienza e constatare che le nostre strade fanno schifo ! Ho già cambiato una gomma, oltre ad avere tutto il cerchio della gomma storto e danneggiato. Chi me li paga i danni ? Posso fare una richiesta di risarcimento al comune? La colpa di chi è ? Ancora di Zacchia ? Io non ho mai votato Zacchia e nè mai lo voterò, ma il fatto che ogni volta che in questo paese si hanno dei problemi si dia la colpa al predecessore, non fa onore a nessuno.

    Mi sembrate simili a quei poveri signori che siedono in parlamento, che si danno le colpe gli uni con gli altri e a pagarne le spese è sempre il popolo.

    La sintesi qual è? Siete tutti uguali, arrivisti, populisti, cinici, demagogici, furbacchioni. Ma ciò che vi permetterà SEMPRE di fare i vostri porci comodi è una cosa: la "fessaggine" dei caleni, contenti e felici solo di vedere quattro maschere per il paese, o una tarantella estiva alla pista da ballo.

    Il problema vero è che non ci sono politiche di investimento serie, di opportunità per i giovani, una politica di occupazione, di sviluppo economico. Ma si sa, questi sono temi che ai caleni non interessano...

    Beh, ora voglio vedere quei quattro soldi per fare gli scrutatori nelle elezioni di marzo a chi verranno dati. Propongo una cosa e vediamo se Caparco l'accetta (tanto scrive e legge in questo forum). Invece di scegliere VOI gli scrutatori, perchè non li sorteggiate ? Anche se la legge vi dà la possibilità di sceglierli, per dare a tutti le stesse opportunità, sorteggiate i nomi !

    E non mi dite che Zacchia non l'ha fatto. Lui ha sbagliato a non farlo.

    Voglio proprio vedere se accettate questa DEMOCRATICISSIMA proposta.

    Caleno deluso.

    RispondiElimina
  81. Elezioni: ecco i nomi in corsa per una candidatura nel collegio provinciale 34

    Sabato mattina scade il tempo per presentare le liste
    23/2/2010 16:10

    Sparanise – Mancano 4 giorni alla chiusure delle leste per le Provinciali e tra gli aspiranti consiglieri la tensione, anche alla luce delle possibili sforbiciate alle liste collegate ai presidenti, continua inesorabilmente a salire. Per il centro sinistra al momento si parla di una candidatura in quota PD dell'assessore ai lavori pubblici di Sparanise Salvatore Piccolo, che in caso di veto mantiene sempre aperto anche un fronte con i Popolari e Liberali di Giovanardi che in provincia di Caserta sono guidati da Gerardo Trombetta. L'API di Pierino Squeglia ha deciso di puntare dritto su Giacomino Zacchia, ex sindaco defenestrato di Calvi Risorta e consigliere dell'Asi di Caserta, che se la dovrà vedere con il suo collega di opposizione nel consiglio comunale caleno Antonello Bonacci che proverà a contendere uno scranno nel parlamentino di corso Trieste sotto i colori di Sinistra e Libertà. L'eurodeputato di Sant'Andrea del Pizzone Enzo Iovine è già sceso al fianco della sua pupilla calena Assunta Izzo, consigliere comunale di minoranza a Calvi Risorta, per lanciargli la volata in direzione Caserta. Sembra quasi certa la candidatura di Enzo Cenname, sindaco di Camigliano nel movimento di Tanzarella che ha come candidato presidente Peppe Vozza. L'ex rifondarolo Amilcare Nozzolillo, consigliere provinciale uscente, dopo un triplo salto mortale rovesciato carpiato si è immerso nelle calde ed accoglienti acque dell'UDC che con molta probabilità lo candiderà preferendolo al più mite sindaco di Giano Vetusto Antonio Feola. In quota PDL la partita è ancora tutta da giocare. Al momento sono tre i nomi che circolano con maggiore insistenza: il sindaco di Calvi Risorta Antonio Caparco, che preferirebbe di gran lunga un posto più abbordabile nella lista del presidente collegata a Mimì Zinzi, il sindaco di Pietramelara Luigi Leonardo che scenderebbe in pista per contrastare la candidatura di Giacomo Cerbo con Alleanza di Popolo per evitare un pieno nella sua città, e l'ex vice sindaco di Sparanise Vitaliano Ferrara che in caso negativo è già pronto a schierarsi con il Nuovo PSI. Un posto lo dovrebbe ottenere anche Salvatore Geremia, ex sindaco di Rocchetta e Croce sempre che i vertici del PDL accettino la lista dell'ex eurodeputato Riccardo Ventre. Per l'UDEUR circola con una certa insistenza il nome del consigliere comunale di Pietramelara Antonio Pettorella mentre per il cartello composto da MPA, ADC e Democrazia Cristiana potrebbe avere una chance l'ex consigliere comunale di Sparanise Luigi Marchione.

    RispondiElimina
  82. Dunque avremo una campagna per le provinciali con qualche candidato in meno. Non è ancora ufficiale, ma sembra infatti che i candidati di Calvi Risorta siano alla fine 3 o al massimo 4 (Caparco, Bonacci, Izzo e Geremia). Anche negli altri paesi del collegio vi sono meno candidati. La riduzione delle liste presentate porta infine ad alzare notevolmente il quorum richiesto. Morale della favola: nessuno nel nostro collegio riuscirà ad essere eletto, visto che ci vogliono almeno 3.000 voti. Scontata la vittoria di Zinzi e del centro-destra, gli unici candidati dell'agro caleno con qualche possibilità di farcela sono il sindaco Caparco e l'assessore di Sparanise Piccolo. Ed allora il confronto elettorale, per lo meno a Calvi, si riduce solo ad una sfida a chi prenderà più o meno voti. Ipotizzando realisticamente che i candidati siano tre e considerando che i voti utili a Calvi saranno circa 3300, vedo Antonio Caparco tra i 1.800 ed i 2.000 voti; Antonello sarà il secondo eletto, tra gli 800 ed i 1.000, mentre Tina potrà prendere tra i 300 ed i 500 voti (più 300 se continua a farsi vedere in compagnia della ciurma zacchiana).

    RispondiElimina
  83. Dal sito www.comunedisparanise.com

    Elezioni provinciali: ecco tutti i candidati del collegio 34

    Record a Sparanise, ce ne sono ben 7
    27/2/2010 23:59

    Sparanise, Ilario Capanna – Come volevasi dimostrare. Anche in questa occasione a Sparanise come nel resto del collegio ha prevalso la logica elettorale della grande ammucchiata. A leggere bene i nomi ed il loro peso elettorale specifico, salta subito agli occhi che le uniche chances di elezioni sono circoscritte a due politici autentici come l'assessore ai lavori pubblici di Sparanise Salvatore Piccolo e il sindaco di Calvi Risorta Antonio Caparco che corrono per le liste civiche collegate a Zinzi. Ma andiamo con ordine. Gli sparanisani candidati sono ben sette. Gianni Cerchia per il PD, Vitaliano Ferrara per il PDL, Amilcare Nozzolillo per l'UDC, Fabio La Peruta per i Verdi, Vincenzo Fiocco per l'Udeur, Salvatore Piccolo per la lista collegata al Presidente Zinzi Vento di Centro e il giovane Giuseppe Gallina per La Destra. Poi da Calvi Risorta si presentano in quattro. Scende in campo il sindaco Antonio Caparco per la lista Zinzi Presidente, Antonello Bonacci per Sinistra ecologia e Libertà, Assunta Izzo con IDV, Carlo Cardillo per la Federazione della Sinistra. Pietramelara ne schiera due. Il sindaco Luigi Leonardo con il Nuovo PSI, Francesco Bucciero con il Partito Repubblicano. A seguire Mattia Feola di Giano Vetusto per Noi Sud, il sindaco di Camigliano Enzo Cenname per Speranza Provinciale, Celestino Pasquale per l'MPA, Salvatore Geremia di Rocchetta e Croce per Liberal e Rosa Lombardo per Alleanza di Centro.

    RispondiElimina
  84. I candidati sono dunque 5: Caparco, Geremia, Bonacci, Cardillo e Izzo. I candidati del collegio sono addirittura 24! Resteranno quasi sicuramente tutti a casa, con qualche possibilità di elezione solo per Caparco e Piccolo, cioè i rappresentanti delle due amministrazioni in carica nei paesi più grandi del collegio. Limitandoci ai nostri candidati di casa mi sento di fare questa previsione, visto che sono stato profeta alle ultime amministrative.
    Voti utili 3.300:
    1) Caparco 1.700 voti;
    2) Bonacci 800 voti;
    3) Izzo 400 voti;
    4) Geremia 250 voti;
    5) Cardillo 150 voti.
    Potrebbero perciò anche evitarsi (ed evitarci) un altro mese di campagna elettorale, di affissioni selvagge, di manifesti, volantini e vignette più o meno anonime, di comizi, di sosta davanti le sedi, di fastidioso porta a porta, di agguato davanti le scuole e le chiese, di promesse, ecc.
    L'unico dato di fatto, di cui l'intera popolazione calena gioisce, è il definitivo tramonto politico della meteora Zacchia, ormai soppiantato da una che ha il suo stesso pozzo senza fondo. La paura di prenderle per la quarta volta su 4 scontri diretti con Caparco ha avuto forse la meglio, e quindi avrà pensato bene di sacrificare l'agnello Tina Izzo, illudendola con un appoggio elettorale che non le darà mai, così come non glielo darà mai Ermanno.

    RispondiElimina
  85. zacchietto finalmente ti sei reso conto!!!!! calvi non vuole essere amministrata da uno come te!!! avevi avuto un'occasione unica nel 2004 ma non sei stato ij grado di amministrare la nostra cittadina.
    adesso credo sia giunto il momento di rendersi conto che politicamente con calvi hai chiuso.
    a proposito ho saputo che il bravo sindaco caparco aprirà il comitato elettorale nel locale di Roberto Izzo e questo per te rappresenta un'altra grande sconfitta. un saluto a tutti

    RispondiElimina
  86. Ma Zacchia si è candidato ? Non mi pare. Perchè lo tirate sempre in ballo ? Con queste provinciali non mi sembra c'entri qualcosa. Lui come altri possono appoggiare chiunque, che vuol dire ? Mah, questa politica del denigrare proprio non l' ho capita ! E di certo non vi fa onore.

    RispondiElimina
  87. Beh, ora voglio vedere quei quattro soldi per fare gli scrutatori nelle elezioni di marzo a chi verranno dati. Propongo una cosa e vediamo se Caparco l'accetta (tanto scrive e legge in questo forum). Invece di scegliere VOI gli scrutatori, perchè non li sorteggiate ? Anche se la legge vi dà la possibilità di sceglierli, per dare a tutti le stesse opportunità, sorteggiate i nomi !

    E non mi dite che Zacchia non l'ha fatto. Lui ha sbagliato a non farlo.

    Voglio proprio vedere se accettate questa DEMOCRATICISSIMA proposta.

    Caleno deluso.

    RispondiElimina
  88. Gli scrutatori saranno scelti da Antonio Caparco e da Antonello Bonacci: dalla commissione elettorale sono stati infatti tagliati fuori Zacchia, Tina Izzo ed Ermanno. La legge non dà la possibilità di scegliere gli scrutatori, ma obbliga a sceglierli senza più ricorrere al sorteggio.
    Zacchia non si è candidato solo perchè ha paura di subire un'altra sconfitta. Fa finta allora di voler appoggiare Tina, mentre sotto sotto la boicotterà, come ha già fatto con Ermanno. Non gradisce affatto che qualcun altro possa crescere e soppiantarlo. Facendo fare una brutta figura a Tina spera infatti di stroncare le sue velleità di candidata a sindaco nel 2014, e di ricondurla dinuovo sotto la sua ala. Ma è tempo perso, perchè dopo queste elezioni Tina formalizzerà la sua fuoriuscita dal gruppo di Zacchia.

    RispondiElimina
  89. Ho letto l'ennesimo articolo di Taffuri contro Zacchia. Non ha proprio altro da dire evidentemente. Premesso che a me, come ad altri, non importa nulla di Zacchia, forse avrebbe fatto più piacere sapere come mai Caparco dopo avere promesso a De Vita e a Marrocco che non si sarebbe candidato, poi ha fatto tutto il contrario.
    Farà la fine di Zacchia, altro che 1800/2000 voti!!!!

    RispondiElimina
  90. Sono daccordo... altro che 1800 voti ! Caparco se li sogna.

    Per quanto riguarda gli scrutatori, la legge dice che bisogna sceglierli, ma non stabilisce il "come" debba essere fatta la scelta. Cosa vi costa sorteggiarli e poi metterlo a verbale come "vostra scelta" ? E' la stessa cosa. Quindi è inutile che vi arrampicate sugli specchi !

    Il tempo delle fiabe è finito.

    RispondiElimina
  91. Personalemente proporrò il sorteggio, coerentemente con quanto sostetenuto da sempre. Proposta sensata a mio modesto avviso. In commissione, oltre a me e Caparco, ci sono anche altri due rappresentanti della maggioranza (credo Zitiello e De Biasio); quindi bisognerà cercare convergenze sulla proposta. Speriamo bene
    Antonello

    RispondiElimina
  92. Antonello tienici al corrente della proposta. Voglio vedere cosa si inventeranno questa volta.

    Ciao

    RispondiElimina
  93. Caro Antonello,
    la legge elettorale prevede che gli scrutratori vengano scelti dai componenti la commissione in misura di 15 per la maggioranza e 5 per la minoranza. Qualora non si raggiunga un accordo condiviso sui nomi allora si deve ricorrere al sorteggio. Allora, se effettivamente vuoi che si vada al sorteggio, non occorre l'assenso di Caparco e degli altri, ma basta che tu dica no ad ogni loro proposta. Voglio vedere se, al di là delle dichiarazioni di facciata, sei seriamente intenzionato a rinunciare alla nomina di 5 persone (e quindi di 5 famiglie con i loro voti) e ad affidarti al caso.
    Facci sapere.

    RispondiElimina
  94. Stamane sono stato in Comune per tale questione.Il Segretario conferma quanto dici e quanto risulta anche a me, quindi, siccome della facciata me ne importa meno di niente, venerdì mattina alle 10, io non sosterrò logiche di divisioni e sarò per il sorteggio. Siccome Antonio Caparco (o chi per lui) legge questo sito, sa fin da ora che non sono interessato a favorire cinque persone a discapito di altri. Grazie, Antonello

    RispondiElimina
  95. GrazieAntonello !

    Finalmente qualcuno ha ascoltato il mio appello.

    Voglio vedere come va a finire.

    Facci sapere.

    RispondiElimina
  96. il caro antonello come sempre si nasconde dietro gli specchi.
    primaditutto la commissione e' formata da persone diverse da quello che si legge nel blog,poi e' stato lo stesso antonello a dire che una piccola percentuale di scrutatori la voleva per il suo elettorato (5%. quindi caro antonello perche' continui a fare falsi proclami sul blog e poi ti firmi pure?i tuoi nomi li hai gia dati alla commissione di cui pure tu fai parte,quindi non ti scusare di niente.sii per una volta persona coerente. ciao

    RispondiElimina
  97. Questo visionario che scrive sul blog è la dimostrazione di cosa si può affermare pur di screditare qualcuno. Delirante...
    ovviamente, non risponderò più a questo tipo di affermazioni.

    Tanto per chiarezza
    se si facesse la "divisione" non dovrei dire un bel niente: noi nomineremmo almeno il 25% degli scrutatori. Credo però che queste spartizioni siano ingiuste, il sorteggio è più democratico.

    Che tristezza mi fa leggere certe sciocchezze dettate dall'ignoranza e dalla presunzione di qualcuno che crede il genere umano costituito solo da persone come loro.

    Ripeto: delirante.

    Per fortuna che leggiamo anche persone intelligenti che fanno proposte intelligenti.

    Grazie, Antonello

    RispondiElimina
  98. La dialettica tra chi afferma una cosa e chi l'esatto contrario è sostenibile solo a parità di condizioni. In questo specifico caso perciò l'anonimo interlocutore è tenuto ad apporre la propria firma prima di lanciare affermazioni che ledono la credibilità di chi invece sottoscrive quello che dice.

    RispondiElimina
  99. Il tempo della dialettica è finito!
    Ci vuole soltanto la politica dei fatti, con cui vince sempre il territorio!

    RispondiElimina
  100. Grazie dell'intervento Massimo, in certi casi bisogna porre freni alle diffamazioni.

    Comunque, veniamo al punto.

    Torno ora dal Municipio, ho parlato con Sindaco e Segretario Comunale.
    La normativa aggiornata al 2009dispone che in caso di mancato accordo si procede alla votazione a scrutinio segreto.

    La mia posizione è ferma e convinta, come comunicata a Sindaco e Segretario: sorteggio.
    Se gli altri accoglieranno la proposta, sarà sorteggio. Questo è tutto quel che posso fare.
    In maggioranza ci sono loro e come affermato pubblicamente da un assessore potrebbero preferire la logica di parte.
    Antonello

    RispondiElimina
  101. Ok Antonello, almeno sappiamo che se non andranno al sorteggio è solo perchè Caparco ha voluto che il sorteggio non si facesse.

    Tienici comunque aggiornati.

    Grazie.

    RispondiElimina
  102. Non c'è proprio limite al ridicolo. Tina Izzo con manifesti 6 per 3 anche all'interno del paese (villa comunale) è uno schiaffo alla miseria, oltre a non avere alcun senso logico giacchè in paese la conoscono tutti (e non so quanto questo aspetto possa giovare alla sua causa). Mi ricorda tanto la campagna di giacomino, con migliaia di manifesti stampati e mai affissi grazie ai controlli della polizia municipale, e lo storico camion vela: una campagna da europarlamento per prendere 1200 voti!!!!!
    Tina può fare qualsiasi cosa, ma il risulato non cambia. A Calvi se la gioca con Geremia per il terzo posto.

    RispondiElimina
  103. Sempre lo spettro di Zacchia, ma avete gli incubi ?

    Cambiate canzone per favore. Ci avete stancati.

    PS: un vostro elettore.

    RispondiElimina
  104. effettivamente parlare sempre di giacomino ormai non fa piu' storia,parlare di tina si puo' dire che per la campagna elettorale che sta facendo economicamente potrebbe candidarsi alle prossime nazionali. una vergogna se si pensa che calvi ha il 55% di persone sotto la soglia degi 800 euro.
    antonello non fa piu' storia da tanto,infatti lo si vede solo nelle campagne elettorali con la sua faccia impressa sui manifesti.e fatti la barba ogni tanto.
    il cricco lo vediamo sempre in giro a curare il paese con tutte le problematiche che il suo ruolo comporta.a proposito degli scrutatori quello che diceva l'anonimo e' vero sono scesi tutti a compromessi tanto e' vero che i nomi sono solo una formalita. e' vero caro indignato?

    RispondiElimina
  105. Non ho capito che c'entra il fatto che Tina stia conducendo la sua campagna elettorale in base alle proprie capacità economiche!

    Vi giuro, mi state facendo voltare lo stomaco. Criticate, una buona volta, i programmi e gli obiettivi...

    Ma si sa, vince chi scredita meglio l'avversario. E allora screditate, questo vi è rimasto da fare.

    Anonimo caparchiano deluso.

    RispondiElimina
  106. Sono proprio curioso di vedere quanti saranno i caparchiani delusi...Scommetto pochini cosi` come i voti che prenderanno la Izzo e Bonacci.

    RispondiElimina
  107. Per l,ottimista delle 13.12
    Chi vivrà vedrà
    Ps se ti riferisci a quelli che amministrano con caparco hai ragione sono solo tre i consiglieri o assessori che non lo voteranno e li conosci anche tu

    RispondiElimina
  108. La campagna che sta conducendo Tina è eticamente deplorevole, perchè investire decine e decine di migliaia di euro in una campagna elettorale, nell'attuale condizione di recessione economica ed indipendentemente dal fatto che si abbiano quei fondi da investire, è uno schiaffo alla povertà, e non rispecchia affatto la carta dei "valori e dei diritti" che vorrebbe diffondere con il proprio circolo e la propria candidatura, e dà il senso che si voglia essere eletti ad ogni costo. Devo inoltre ritenere che abbia vinto al superenalotto, perchè forse nemmeno l'avvocato Taormina guadagna tanto con la propria attività da permettersi una campagna del genere. Comunque il risultato non cambia: sempre 300/400 voti prende.
    Così come non cambia il fatto che nessuno verrà eletto, tranne Caparco che ha qualche speranza se supera i 1.600 voti, risultato ampiamente alla sua portata.

    RispondiElimina
  109. all'anonimo del 4 marzo delle ore 10:18.
    se hai il mal di stomaco e' forse perche' hai mangiato troppi dolci ai banchetti di tina.quelli sono prodotti che chi ne fa abuso poi non li digerisce facilmente e poi gli rimangono sullo stomaco.la soluzione e' una buona cura di semplicita' e onesta'.rivolgiti alla farmacia caparco.

    RispondiElimina
  110. Leggo molti commenti sulle possibilità di elezione dei candidati alla Provincia, ma tutti malati di tifo e dominati da un male atavico che definirei "Calvicentrismo".
    La possibilità di elezione và inquadrata nel collegio, nella capacità, cioè, dei candidati di avere voti nei comuni oltre Calvi.
    In questo caso il peggio messo è propio Caparco, propio perchè è un fenomeno strettamenta caleno. E' invece messo molto meglio Geremia che ha il sostegno di diverse persone capaci di far voti in tutti i comuni del collegio. Gli altri, per quello che valgono, partiti.

    RispondiElimina
  111. L'unica cosa che conta davvero è che non risulta candidato zacchia; per il resto si può solo migliorare!
    Con la politica dei fatti vince sempre il territorio!

    RispondiElimina
  112. .....Estratto da un commento precedente

    "....La disastrosa situazione in cui versiamo è solo colpa di Zacchia?....."

    No solo, è colpa anche di Remo, ovviamente!
    Bisogna essere precisi e puntuali sempre!
    Ti ringranzio per l'assist invitante che mi hai fornito!
    Ad maiora!

    RispondiElimina
  113. Questa mattina vi è stato un grande esempio di trasparenza, con il contributo di tutti i componenti della commissione elettorale, da Antonio Caparco ad Antonello: gli scrutatori sono stati tutti individuati con il sorteggio tenutosi nell'atrio del comune e con gli stessi cittadini ad estrarre i nominativi. Tutto ciò è indice del fatto che, quando non c'è di mezzo chi ha avvelenato e continua ad avvelenare la politica locale (Zacchia), maggioranza ed opposizione riescono a dialogare e a trovare delle intese a vantaggio dei cittadini. Ovviamente è supefluo dire che Zacchia, autodefinitosi "il miglior alleato" dei cittadini caleni (e dopo questa batturta direi anche il miglior comico di sempre, superiore persino a Totò), non ha mai fatto una operazione del genere in favore dei cittadini caleni.

    RispondiElimina
  114. Confermo quanto scritto in precedenza. Come dichiarato su questo stesso blog la proposta del sorteggio è stata portata fino in fondo. Ci siamo trovati d'accordo con il Sindaco Caparco e abbiamo operato il sorteggio in sede pubblica in presenza dei cittadini.
    Io stesso ho preso parte alle operazioni del sorteggio, effettuato con bigliettini numerati da 1 a 825, corrispondenti ai nominativi dell'elenco e posti in scatola chiusa. Hanno estratto delle cittadine presenti tra il pubblico.
    In queste piccole cose sta un po' del sale della democrazia e della correttezza.
    Auguro agli estratti un buon lavoro nei seggi, utile allo svolgimento delle operazioni elettorali.
    Antonello

    RispondiElimina
  115. Farei un plauso sia ad Antonello che a Caparco. Il loro gesto giustifica il fatto che saranno i due più votati a Calvi, anche se probabilmente non ce la faranno ad essere eletti. Sono anzi sicuro che se Zacchia ed i suoi cortigiani la smettessero una buona volta di fare un bieco ostruzionismo non contro Caparco, si badi bene, ma contro noi cittadini caleni, si potrebbe davvero costruire qualcosa di buono per il paese con coloro che rappresentanto, anche su posizioni a volte distanti, i nostri migliori alleati (gente come Caparco, Marrocco, Antonello, Nicola Cipro, Silver Mele e via discorrendo). Purtroppo l'arroganza e l'avidità che guida questo signore gli impedisce di farsi da parte pur essendo stato bocciato senza appello dal popolo caleno, e pur essendo alla prese con i suoi guai giudiziari. Che desolazione! Il mio sommo dispiacere è che non si sia candidato, perchè avrei voluto tanto vedere la sua espressione dopo un'altra mazzata.

    RispondiElimina
  116. FINALMENTE !!! Il mio appello democratico è stato finalmente ascoltato !!!

    Un ringraziamento alla commissione elettorale, Caparco e Bonacci in primis.

    Finalmente una dimostrazione di democrazia.

    Anonimo caparchiamo deluso ma adesso meno deluso di prima.

    RispondiElimina
  117. ieri mattina ho visto una folla di persone all'ingresso del comune cosi' mi sono avvicinato incuriosito e ho visto un tavolino con il sindaco,nicola pepe quale presidente della commissione elettorale e antonello bonacci quale membro di minoranza che stavano sorteggiando gli scrutatori.la meraviglia e' stata tanta visto che non si era mai visto niente di simile.
    questa e' la gente che ci piace a calvi,tre simboli di onesta' e di trasparenza amministrativa:il sindaco,nicola pepe,antonello bonacci.
    bravi

    RispondiElimina
  118. La cosa bella è stata anche quella di dare a qualsiasi cittadino che entrava al comune per il disbrigo delle proprie pratiche, la possibilità di partecipare direttamente alla scelta degli scrutatori attraverso l'estrazione dei nominativi. Ed è per questo che il mio voto lo darò al Sindaco o ad Antonello, e giammai ad arrivisti come Tina Izzo (soprattuto considerando che alle spalle ha Giacomo Zacchia), o a candidati chenon hanno alcuna possibilità di essere eletti, come Geremia e Cardillo.
    Vorrei rivolgere però un suggerimento a tutti i candidati, ed in particolare a Caparco e ad Antonello visto che gli altri non daranno mai ascolto ai cittadini: evitate di tappezzare il paese con quegli odiosi manifesti elettorali: non spostano un solo voto, ed insozzano per mesi il nostro paese.

    RispondiElimina
  119. Ho letto l'articolo sull'adesione del comune al banco alimentare, e la trovo davvero una iniziativa utile ed interessante. Ma perchè chi si autodefinisce il nostro migliore alleato (Zacchia)non ci ha mai pensato, dall'alto della sua "supposta" intelligenza politica?
    La risposta sta tutta nel fatto che il sazio non crede al digiuno. Chi ha sempre vissuto nell'oro non potrà mai capire i problemi quotidiani della gente: e questo è un dato di fatto. Sinceramente non ricordo una sola iniziativa dell'amministrazione Zacchia che sia ancora oggi degna di menzione; mi sovvengono solo immagini di immondizia, arresti, cronache giudiziarie, divisioni, odio, scalate ai consorzi, opere inutili, querele quotodiane, scioglimenti, commissioni d'accesso e appalti alla ditta di Setola. Ed è per questo che nemmeno sotto l'effetto di funghi allucinogeni o con una pistola puntata alla tempia voterei mai per Zacchia o per Tina Izzo, almeno fino a quando quest'ultima resterà legata a gente come Zacchia, Remo e Damiano.

    RispondiElimina
  120. Posso chiedere se qualcuno sà cosa ha promesso Caparco a Silver Mele?
    Dev' essere qualcosa di veramente grosso se liquida con un semplice
    "altro candidato nostrano" Geremia chi gli ha garantito l' elezione a consigliere comunale.
    Incredibile, Caparco ha superato Berlusconi che ha solo Fede, lui ha Taffuri e Mele!

    RispondiElimina
  121. La gratitudine non è di questo mondo e in particol modo di quello della politica!!

    RispondiElimina
  122. Come in ogni tornata elettorale che si rispetti, Zacchia ha messo in moto il suo consiglio allargato dei saggi: al di là dei soliti Damiano, Remo, falsi poliziotti, falsi dirigenti aziendali, ed alcuni "animali" che sostavano anche sul carro di carnevale dei "naufraghi caleni", è uscito allo scoperto anche The Bastard, e tra poco si farà vivo l'arcinemico dei puffi e qualche parente del vescovo di Roma, in attesa forse dell'orda di zingari (e non è tanto per dire ma trattasi proprio di zingari) che onorarono con la loro presenza la serata di presentazione dell'allora lista di Zacchia al benny rock (per chi non ricorda l'evento ecco le foto http://www.calvirisorta.com/articoli%20giornale/articoli%20giornale%202009/archivio%20articoli/20090517%20Redazione.htm). Complimenti a Tina Izzo per i suoi sostenitori! Non c'è che dire: ideali e valori.

    RispondiElimina
  123. Leggo dei ragionamenti senza alcuna logica. Trovo del tutto naturale che i consiglieri di maggioranza sostengano compatti e con forza il capo dell'amministrazione di cui fanno parte, al di là di chi li ha aiutati o meno ad essere eletti (anche se a giudicare dal risultato conseguito rispetto a quello del 2004, tutto questo aiuto dato a Silver non lo si è notato affatto). Solo a Zacchia poteva capitare di essere boicottato dai suoi stessi assessori: ad ogni azione infatti corrisponde una reazione uguale e contraria, e Zacchia è la prova vivente della validità di questo principio fisico.

    RispondiElimina
  124. Nei vari paese del collegio stanno facendo scempio dei manifesti di Tina, con graffiti osceni. Se a Calvi prende 300 voti (o ancor meno se sta vicino a Zacchia), mi sa che negli altri paese arriverà a mala pena a 50 voti: forse batterà qualche record negativo. Resta comunque interessante assistere al testa a testa tra Geremia e Tina per il terzo posto dopo Caparco ed Antonello.

    RispondiElimina
  125. Facevo Silver più furbo. Una volta eletto Caparco si scorderà di tutte le promesse fatte. Vedi De Vita e Marrocco.

    RispondiElimina
  126. Non solo. Se vincerà sarà merito tutto suo. Se perderà darà la colpa ai suoi consiglieri e assessori.

    RispondiElimina
  127. Guarda che parliamo di Caparco non di Zacchia, il quale dopo aver preso in giro Ermanno sulla candidatura fino a 24 ore prima della presentrazione delle liste, e dopo aver rotto con Silver, Taffuri e Geremia qualche mese prima, si aspettava persino un appoggio da parte di questi ultimi. E alla fine, quando il suo pessimo risultato è dipeso essenzialmente dal suo modo di fare politica, che lo ha portato a rompere in breve tempo con i suoi stessi consiglieri e con la metà del suo elettorato cui ha voltato subito le spalle, ha continuato nella sua escalation di errori arrivando alla rottura con D'Onofrio e Marrocco, e ad epurazioni varie sotto la guida politica di Remo e di qualche altro "guru", che lo hanno condotto alla prematura fine politica.
    Caparco sa benissimo che la sua elezione è tutta una questione di fortuna, anche se per gli altri candidati caleni è cosa praticamente impossibile; il suo obiettivo è al momento quello di prendere gli stessi voti di Antonello, Tina, Geremia e Cardillo messi insieme. Se poi questo basterà o meno ad essere eletti dipenderà anche dal risultato dei candidati degli altri collegi.
    Per inciso, Marrocco non ha mai minimamente pensato di candidarsi alle provinciali. L'unico accordo fatto era la sua nomina a vicesindaco, ed è stato pienamente rispettato da Caparco; così come Lello De Vita, resosi conto di non avere una candidatura e numeri da spendere, ha fatto spontanemante un passo indietro, e Caparco non gli ha mai imposto di non candidarsi. Contrariamente a Zacchia che aveva promesso il posto di vicesindaco a chi, tra Piero Salerno e Remo Cipro, avesse preso più voti. Vinse Piero ma fu nominato vicesindaco Remo!!! Così come Ermanno doveva essere il candidato alle provinciali e poi si è candidato Zacchia.
    Nè tanto meno ci vogliono promesse per Silver, perchè l'unica promessa che gli è stata fatta era quella di riuscire ad annientare politicamente Zacchia: anche qui Caparco è stato di parola, ed ha già promesso di mantenerla per altri 20 anni.

    RispondiElimina
  128. "La Izzo", "first lady" dell'IDV e "candidata trasparente", prende la parola e fa "tremare la casta locale" quando presenta il suo maggiore sponsor, l'ex sindaco Zacchia, senz'altro il "migliore alleato" dei caleni grazie al suo motto "diritti e valori bollati", "costo zero per zero risultati" e "la politica può più del diritto".
    Alla fine del suo intervento "accelera" senza badare a Caparco per "stringere la mano" a tutti i cittadini del collegio.

    Firmato
    Don Luigi Sturzzo (con due z)

    RispondiElimina
  129. La mia non è un'accusa. Ci mancherebbe. Voelvo solo informarmi, da qualche persona informata (assessore, sindaco, consglieri) che cosa si sta facendo al momento per la rivalutazione dell'Antica Cales e se ci sono progetti futuri.

    Sapete, ogni volta che qualcuno fa il sindaco, in campagna elettorale dicono tutti che creeranno posti di lavoro con l'Antica Cales, che l'Antica Cales sarà sistemata, ultimata, recuperata.

    E' solo una sincera richiesta di informazioni.

    Caleno imparziale, attento ai fatti.

    RispondiElimina
  130. All' anonimo delle 8.49:
    sò per certo che Caparco, nello studio del dott. Marrocco alla presenza di G.Marrocco, N.Cipro, S.Mele,N. D'Onofrio e S. Geremia non solo ha garantito che non si sarebbe candidato, ma che avrebbe appoggiato Geremia.
    Ti dico di più, Geremia gli disse di non fare promesse che non avrebbe mantenuto perchè qualora ce ne fosse stato bisogno le abrebbe fatte uguali a De Vita, e chiunque altro gli sarebbe servito alle comunali.
    Prova ad informarti prima di dirmi che non è vero.
    P.S. Per completezza, non sono certo della presenza di S. Mele come di quella degli altri.

    RispondiElimina
  131. ma che cavolo dici...... secondo voi ci potrà mai essere un candidato che possa promettere a geremia l'appoggio alle sue continue candidature. adesso vedremo il suo risultato elettorale

    RispondiElimina
  132. Silver e` fuori dai giochi. Aveva promesso a Zacchia che lo avrebbe distrutto e ha mantenuto la parola. So per certo che e` il piu` vicino di tutti a Caparco per un motivo semplicissimo: non ha bisogno di promesse o favori, e` una voce libera dal momento che la sua vita lavorativa e i suoi successi avvengono fuori Calvi e se permettete danno lustro al nostro paese. Se Caparco dovesse sbagliare Silver lo allontanerebbe. Questa e` la maggiore garanzia e credo che anche questa volta abbia visto bene.

    RispondiElimina
  133. Lasciate stare Silver, piuttosto attenzione a Marrocco che votera Geremia.

    RispondiElimina
  134. " un candidato che possa promettere a geremia l'appoggio alle sue continue candidature ..."
    non c'è che dire sulla coerenza di chi scrive queste cose. Solo Caparco è legittimato a fare queste cose, evidentemente. Con piena soddisfazione dei suoi supporters e di quelli cui prima promette e poi nega.
    " sò per certo che Caparco, nello studio del dott. Marrocco alla presenza di G.Marrocco, N.Cipro, S.Mele,N. D'Onofrio e S. Geremia non solo ha garantito che non si sarebbe candidato, ma che avrebbe appoggiato Geremia.
    Ti dico di più, Geremia gli disse di non fare promesse che non avrebbe mantenuto perchè qualora ce ne fosse stato bisogno le abrebbe fatte uguali a De Vita, e chiunque altro gli sarebbe servito alle comunali.
    Prova ad informarti prima di dirmi che non è vero."
    Ti sei informato?

    RispondiElimina
  135. Marrocco è già da due settimane a fare da supporto alla campagna elettorale di Caparco. D'altro canto è facile vedere chi appoggerà. Considera che al momento dispone di più di 300 voti; il fatto che Geremia non arriverà a 200 dimostrerà senza ombra di dubbio che l'apporto di Marrocco non vi è stato. Considera inoltre che l'elezione provinciale è anche una sorta di test sull'amministrazione in carica, ed una brutta figura di Caparco equivarrebbe anche ad una brutta figura di Marrocco. Per cui figurati.

    RispondiElimina
  136. Staremo a vedere, sai bene che nelle provinciali si è più liberi e svincolati da voti di appartenenza a clan e famiglie influenti.
    E la storia recenete dimostra che quasi mai le amministrazioni in carica hanno espresso consiglieri provinciali.
    Per cui alla fine bisognerà vedere realmente come i cittadini, nel segreto dell'urna, risponderanno alle varie sollecitazioni dei singoli candidati.

    Credo ci saranno belle sorprese, per tutti!

    RispondiElimina
  137. Hello,
    I have developed a new clean web 2.0 wordpress theme.

    Has 2 colours silver and blue, has custom header(colour or image).
    I am curently working on it, so if you have suggestions let me know.

    You can view live demo and download from here www.getbelle.com
    If you found bug reports or you have suggestions pm me.
    Wish you a happing using.

    many thanks to [url=http://www.usainstantpayday.com/]USAInstantPayDay.com[/url] for paying the hosting and developement of the theme

    Engafeafferse

    RispondiElimina
  138. Per Antonello:
    ho letto le tue dichiarazioni rilasciate alla presentazione della candidatura, con particolare riferimento a quelle in cui critichi la discesa in campo di alcune persone. Mi trovi senz'altro concorde sulla candidatura di coloro che puntano al pacchetto di 40 voti da spendere a titolo personale (tipo Geremia e Cardillo); così come suoi candidati il cui unico interesse è quello di impedire l'elezione di altre persone (tipo Izzo). Su Caparco invece dissento totalmente, così come sui calcoli che hai fatto, come al solito sbagliato: tutti ricordano che dicevi che avresti vinto le elezioni e poi sei arrivato terzo su tre concorrenti. Vedi, Caparco è l'unico che può farcela, perchè gli bastano 1.800/2.000 voti, ed è l'unica candidaitura seria, perchè se eletto va in maggioranza (scontata è infatti la vittoria diZinzi)ed ha tutto l'interesse a dirottare risorse su Calvi. Nel tuo caso, invece, il partito è così piccolo che, anche stando agli ultimi sondaggi, non riuscirà nemmeno a far scattare un seggio; se proprio dovesse scattare non sarai certo tui a fare il primo tra 36 candidati; e se proprio vieni eletto sei anche lì in minoranza e non puoi fare nulla.

    RispondiElimina
  139. In parole povere sei proprio tu quel portaborraccia per la provincia che, in un editoriale apparso sul tuo sito, dicevi era meglio stesse a casa per il bene del paese.

    RispondiElimina
  140. La mia non è un'accusa. Ci mancherebbe. Voelvo solo informarmi, da qualche persona informata (assessore, sindaco, consglieri) che cosa si sta facendo al momento per la rivalutazione dell'Antica Cales e se ci sono progetti futuri.

    Sapete, ogni volta che qualcuno fa il sindaco, in campagna elettorale dicono tutti che creeranno posti di lavoro con l'Antica Cales, che l'Antica Cales sarà sistemata, ultimata, recuperata.

    E' solo una sincera richiesta di informazioni.

    Caleno imparziale, attento ai fatti.

    RispondiElimina
  141. Per chi scrive ma è pochissimo informato sui fatti
    Antonello è candidato con Sinistra e libertà che è al 6-7% cioè 2-3 seggi a prescindere da vittoria o sconfitta. Se poi si vince come affermano molti sondaggi si può contare sul premio di maggioranza. Non è più il tempo delle bugie, avete le gambe molto corte.
    Per le chances di Caparco chiedere a Zinzi... ho detto tutto!
    Le possibilità per Antonello sono altissime basta che a CAlvi ci sia un sostegno adeguato a Calvi.
    Scegliete voi!

    RispondiElimina
  142. ... meno male che la POLITICA è ben altra cosa!!!

    RispondiElimina
  143. L'ultimo autorevole sondaggio effettuato è quello che puoi leggere al seguente link (http://www.casertace.biz/images/stories/Sondaggio3.jpg), e dà Sinistra e Libertà al 3% a livello regionale. A livello porvinciale è ben al di sotto. Ora, la soglia di sbarramento è al 3% per cui Sinistra e Libertà deve lottare per far scattare un solo seggio, che non sarà di certo conquistato da Antonello.
    Mi sa che utilizzate gli stessi sondaggisti delle ultime amministrative.
    La lista Zinzi Presidente, in cui è cadidato Caparco, in quanto collegato alla coalizione vincente, ha due seggi sicuri e buone speranze per il terzo. Caparco lotta tra il secondo ed il terzo posto nella lista, per cui può farcela.

    RispondiElimina
  144. ALL'AMICO DELLE 21,44.
    Sono anch'io un simpatizzante della sinistra e alle comunali ho votato Antonello. Ma dopo il casino combinato da De Francisci non abbiamo nessuna possibilità di aggiudicarci la Provincia. Per cui Sinistra e Libertà il 6/7% se lo sogna.
    Ho letto su questo blog che la politica si fa con i numeri.
    E Antonello i numeri, purtroppo, non li ha.

    RispondiElimina
  145. certo l'affermazione secondo la quale sinistra e libertà possa ottenere 2 seggi è utopica. non dite sciocchezze. chiedere voti per antonello è giusto ma se qualcuno, come il sottoscritto, afferma che quasi sicuramente per sinistra e libertà non ci saranno seggi, lo è altrettanto.
    obiettivamente dobbiamo constatare che il sindaco Caparco è in una coalizione che i sondaggi danno per vincente e che ci sono concrete possibilità di essere eletto consigliere Provinciale.
    alla luce di questo dato mi auguro che Caparco ottenga i meritati consensi tali da permettergli la candidatura.
    i caleni devono capire che votando caparco abbiamo una possibilità concreta di avere un rappresentante nel parlamentino di Corso Trieste ( ora credo area Saint Gobain).
    saluti a tutti

    RispondiElimina
  146. La mia non è un'accusa. Ci mancherebbe. Voelvo solo informarmi, da qualche persona informata (assessore, sindaco, consglieri) che cosa si sta facendo al momento per la rivalutazione dell'Antica Cales e se ci sono progetti futuri.

    Sapete, ogni volta che qualcuno fa il sindaco, in campagna elettorale dicono tutti che creeranno posti di lavoro con l'Antica Cales, che l'Antica Cales sarà sistemata, ultimata, recuperata.

    E' solo una sincera richiesta di informazioni.

    Caleno imparziale, attento ai fatti.

    RispondiElimina
  147. L'unico che ha possibilità di farcela, non a Calvi, ma nell'intero collegio di Sparanise è il sindaco Caparco. Questo ovviamente non vieta a nessuno di votare qualsiasi altro candidato, ma se si vuole avere un proprio rappresentante in seno al consiglio provinciale, e soprattutto nella maggioranza (che è poi la cosa che conta realmente, al di là del necessario ed utile ruolo di controllo dell'opposizione), occorre votare Caparco.
    Sinistra e Libertà non arriva nemmeno a 10.000 voti in provincia, e per far scattare un seggio ce ne vogliono più di 16.000

    RispondiElimina
  148. Ma smettetila di dire sciocchezze!

    Antonello sarà consigliere provinciale con 1600-1700 voti e state certi che li prenderà.

    Sinistra e libertà parte da 26000 voti guardate i fatti!!

    La listarella di caparco da 3-4 mila voti

    Sinistra e libertà prende matematicamente due seggi: basta pensare che i partiti in coalizione col centro sinistra sono solo 6 e anche se perdessero, con i 14 seggi da dividere come minimo ne becca due.
    Antonello sarà eletto

    Caparco non ha chances, la sua listarella è uno specchietto per le allodole per recuperare qualche voto a zinzi. Fate ridere quando dite che prende 2 seggi- E' un miracolo se vincendo ne prende uno! E il primo è il marcinisano in quota zinzi!!
    l'unico che ne gode è capezzuto che lo ha fatto candidare.

    Caparchini non dite bugie!

    Avete le gambe corte come con le promesse delle comunali!

    Non vi credono più!!

    RispondiElimina
  149. I seggi per il centro sinistra sono 13; vi entrano i 3 capolista (a meno che Stellato non sia costretto a rinunciare in favore del leader provinciale Antonello!); il PD fa la parte del leone, accaparrandosi 5 seggi; altri 3 li prende l'IDV; ed altri 2 seggi sono da ripartire per le restanti 5 liste collegate, probabilmente l'API di De Franciscis e Petteruti, e Rifondazione.
    Antonello becca in tutto il collegio si e no 1.000 voti, cioè poco più della metà di quelli che Caparco prende solo a Calvi Risorta.
    I seggi per la lista Zinzi presidente sono almeno 2, ed il secondo è proprio quello di Caparco, il quale avrà una affermazione nei paesi del collegio che non vi sognate nemmeno.

    RispondiElimina
  150. Scusate l'ignoranza, ma anche se Antonello venisse eletto, che ce ne facciano noi caleni di un consigliere provinciale di opposizione che non comanda nulla? Gli servirebbe solo per avere ulteriore visibilità pesonale. Noi vogliamo qualcuno che stia in maggioranza e possa portare finanziamenti a Calvi Risorta.
    A cosa ci serve uno che andrebbe in provincia a fare interrogazioni a Zinzi e Caparco su panchine e colombe?

    RispondiElimina
  151. A cosa è servito caparco quando era in maggioranza in consiglio provinciale?
    A cosa serve caparco in generale?

    RispondiElimina
  152. Ragazzi caparco serve a tutti figli, nipoti, compresi, quindi e giusto che sia sindaco assessore ,consigliere provinciale
    prete, esattore, presidente della republica

    RispondiElimina
  153. Il voto ad Antonello come quello a Tina Izzo è un voto perso, perchè nella migliore delle ipotesi fanno i consiglieri di opposizione, e non apportanto alcun beneficio a Calvi Risorta. Sarebbe più utile votare Geremia, che almeno è colegato al futuro presidente Zinzi.

    RispondiElimina
  154. Non fatevi ingannare. Alle provinciali guardate i partiti politici. Non votate Zinzi, non votate Berlsuconi, non votate a destra. Guardate cosa stanno combinando a livello nazionale. Ogni giorno una legge ad personam !!!

    Io voto Italia dei valori, gli unici coerenti !

    Buone elezioni a tutti.

    RispondiElimina
  155. non si riesce ad essere obiettivi. provo ad esserlo io.
    sinistra e libertà non avrà seggi, se proprio vogliamo essere positivi ne scatterà uno ed è difficilissimo che questo sia antonello. nella lista ci sono sicuramente dei candidati scarsi ma anche ben più forti di antonello come l'ex sindaco di vitulazio Romano. quindi anche se dovesse scattare 1 seggio non andrà al candidato nostrano.
    diversa è la candidatura di antonio caparco per il semplice fatto che come minimo scatteranno 2-3 seggi e lui si trova attualmente in queste posizioni. per rispondere all'amico di prima. il candidato forte di zinzi come tu dicevi c'è a marcianise ma è candidato nell'udc, non nella lista del presidente.
    in gni caso stasemo a vedere

    RispondiElimina
  156. Politica e solo Politica!!
    La nostra bella Calvi..io amo Calvi..solo con me Calvi e' Risorta..
    Tutti a lottare per un misero voto. Ed io ad avitare buche e cercare nei Paesi limitrofi un posto sicuro per far divertire mio figlio...che Amarezza!!

    RispondiElimina
  157. quello che scrive che il cntrosinistra ha tre capolista è voterà caparco a vita.Anche come santo?
    Perché?
    Per ignoranza!
    Di capolista se ne elegge uno solo!
    Voterai per sempre caparco! l'ignoranza ti condanna!!

    Per Antonello ci sono almeno due seggi disponibili
    E se andrà in Provincia è perchè è una persona seria e competente.

    Il voto a Caparco è inutile, perché eletto o no non saprebbe fare niente, nemmeno parlare in italiano!
    Lo ha già dimostarto: 4 anni in provincia senza fare un cavolo.
    I caleni non se ne sono nemmeno accorti!

    RispondiElimina
  158. Per l'anonimo delle 00.45:
    se Caparco ha difficoltà con l'italiano devo dire che tu non sei da meno. L'espressione "è voterà" ti condanna senza appello: ti consiglio un corso di riparazione dal maestro Vito Taffuri.
    Quando parlo di capolista mi riferisco a Stellato, a Vozza e a Dell'Aquila, che verranno sicuramente eletti. Il PD come minimo prende 4/5 seggi; l'IDV altri 2/3; 3 seggi ai capolista di cui sopra; restano 2/3 seggi che si devono ripartire altre 5 liste collegate a Stellato. Ne deriva che il partito di Antonello nella migliore delle ipotesi prende un solo seggio, e questo va all'ex sindaco di Vitulazio.
    Se non riuscite nemmeno a prevedere realisticamente l'esito di una elezione, come potete programmare lo sviluppo, voi eterni oppositori?

    RispondiElimina
  159. Sei sicuro che le liste di Vozza e Dell'Aquila prendono più di 8000 voti in tutta la Provincia va a studiare le precedenti elezioni del 2005 e poi scrivi

    RispondiElimina
  160. Guarda che per far scatare un seggio ci vogliono circa 15000 voti e non 8000. In ogni caso il solo sindaco di Camigliano ne prende circa 1.500; gli altri 35 faranno sicuramente la propria parte.

    RispondiElimina
  161. Vozza e Dell'Aquila devono prendere 12000 voti. se arrivano a 3-4000 è un miracolo. Non capisci di niente. meglio tacere.

    Questo fa capire quanta paura avete voi caparchiani che Antonello sia eletto.

    La dimostrazione che può essere facilemente eletto è proprio nei tuoi calcoli sballati.

    Ci snon 5 seggi per 2 partiti.

    Quindi per Antonello come dicevano in preceddenza ci sono almeno 2 seggi disponibili.
    A partire da 1500 voti se la gioca.

    E la sua elezione sarà un bene per tutti.

    RispondiElimina
  162. Le liste di rifondazione e vozza non prendono il seggio nemmeno con i miracoli. In tutto arrivano si e no a 5-6000 voti. Nessuna speranza.

    Per Antonello, unico che può essere eletto con buone possibilità possono bastare anche 1500-1600 voti. e li prende al 100%.

    Per lui ci sono almeno 2 seggi disponibili se non 3.

    Votiamolo e sarà eletto.
    Tocca ai caleni scegliere se avere un consigliere provinciale in grado di rappresentarci adeguatamente.

    RispondiElimina
  163. che cavolo dici. se partiamo dal presupposto che vince zinzi sinistra e libertà prenderà non più di 1 seggio e ti posso garantire che l'ex sindaco di vitulazio è molto più forte del tuo amico antonello. in ogni caso andate a chidere i voti senza illudere la gente. le possibilità che possa essere eletto sono minime.

    RispondiElimina
  164. Come vedi, caro Antonello, la manifestazione di protesta per le strade del paese e la pressione esercitata dall'amministrazione sul locale comando dei Carabinieri e sulla tenenza di Capua ha indotto gli stessi a fare seriamente il proprio lavoro, e a beccare i 6 vandali che hanno devastato le scuole in questi ultimi mesi.

    RispondiElimina
  165. L'unico che verrà eletto, ed in maggioranza, sarà Caparco; il sogno di Antonello di fare il consigliere provinciale di opposizione è destinato a svanire tra 20 giorni. Avrà la sua bella soddisfazione, cioè la conferma dei suoi 500/600 voti, ma finisce lì. Tina Izzo, Geremia e Cardillo non fanno invece testo.

    RispondiElimina
  166. Caparco non sarà mai eletto
    1 perché non scatta il seggio disponibile
    2 a calvi prenderà molto molto meno di quel che va dicendo.

    RispondiElimina
  167. Credo che Capqarco abbia poche possibilità di elezione perchè Zinzi ed i suoi scudieri forti(per evidenti necessità di partito, visto i rapporti col PDL)stanno spingendo forte sull' UDC, e,le mezze calzette, come Capezzuto, sulla lista del Presidente. I candidati forti nella lista di Caparco sono etero diretti
    da Ciro Costagliola( parente ed assessore a marcianise di Zinzi).
    Inoltre sono convinto che avrà una grossa delusione a Calvi perchè sento,tra la gente, molto, troppo scetticismo e poco entusiasmo.
    Sarà una delusione anche per Antonello, ha qualche contrasto all' interno del suo gruppo. Un pò gli viene contestato il suo Caparchismo, quello del faccio tutto io.
    Tina punta a mille voti a Calvi e credo che li raggiungerà nel collegio.
    Cardillo fa storia a parte.
    Geremia sarà una sorpresa, non solo a Calvi (oltre 400 voti), ma nel collegio. Per quello che ho sentito nei vari comuni può sfiorare i 2000 voti e l' elezione. Dico sfiorare l' elezione perchè sta in una lista molto forte.
    Questa mia analisi viene dalla mie conoscenze, chiedo il giudizio di chi non è fazioso ma razionale.

    RispondiElimina
  168. It's so easy to choose high quality [url=http://www.euroreplicawatches.com/]replica watches[/url] online: [url=http://www.euroreplicawatches.com/mens-swiss-watches-rolex/]Rolex replica[/url], [url=http://www.euroreplicawatches.com/mens-swiss-watches-breitling/]Breitling replica[/url], Chanel replica or any other watch from the widest variety of models and brands.

    RispondiElimina
  169. Geremia 2000... io sono un puffo!
    Geremia in tutto il collegio sta a 200-300 nel collegio se è vero!

    RispondiElimina
  170. Geremia prenderà qualche voto in più di quanto prevedibile, per le promesse legate al bando presso il consorzio della 328; ma siamo comunque nell'ordine dei 300 massimo 350 voti, anzichè i 250 che avrebbe preso. Cardillo prende non più di 100 voti. Tina Izzo avrà una grossa delusione, in rapporto alla campagna faraonica che ha posto in essere, e si attesterà sui 500 voti. Antonello penso non più di 600/700 voti. I candidati di altri comuni prenderanno comunque voti a Calvi, diciamo intorno ai 300. Il resto può essere ragionevolmente attribuito a Caparco, e se consideriamo che i voti utilmente espressi, anche con un leggero calo rispetto alle ultime comunali, potrebbero attestarsi sui 3.900, si può pensare che Caparco oscilli tra i 1.600 ed i 1.900 voti. Contrariamente alle altre tornate elettorali provinciali, però, Caparco sta lavorando bene ed è sponsorizzato anche negli altri comuni del collegio dove, con ogni probabilità, riuscirà a raccimolare complessivamente altri 500 voti. Nella peggiore delle ipotesi supererà quindi quota 2.000voti; se poi questo risultato possa bastare o meno ad essere eletto è per tutti, non solo per Caparco, una sorta di lotteria. L'unica certezza è che Zinzi è stravincente: per cui votare Caparco vuol dire sperare di avere un consigliere in maggioranza; votare Antonello o Tina vuol dire sperare di averne uno in minoranza.

    RispondiElimina
  171. Per L'amico delle 15,37
    La differenza sta nel fatto che Caparco o in maggioranza o in minoranza non cambia niente pensera come ha sempre fatto (storicamente ) solo a se stesso e alla sua famiglia.
    quindi o sei un parente caro amico oppure sai benissimo che Caparco per noi caleni ci riserverà il solito fumo negli occhi con qualche esibizione da sindaco operaio per far presa sulla gente lui in questo e il numero uno

    RispondiElimina
  172. Non mi sembra che Antonello stia facendo grandi cose dal banco dell'opposizione, nè è ragionevole pensare che possa farne nel ruolo che ricopre. Di fatti, quindi, un consigliere di opposizione in provincia, così come al comune, serve a poco in termini di obiettivi concretamente raggiungibili per Calvi Risorta. Io penso anche al ritorno che può averne il paese, per cui la scelta si restringe a Caparco e Geremia, e siccome tra i due l'unico a potercela fare è Caparco io voterò Caparco. Inoltre Caparco consigliere provinciale di maggioranza può portare finanziamenti al comune, ed ha tutto l'interesse a farlo, essendo anche capo dell'amministrazione comunale; interesse che non avrebbero di sicuro gli altri candidati, così come dimostrato da Zacchia che, pur essendo membro del direttivo ASI, nulla ha fatto per Calvi Risorta, anche soltanto in termini di bonifica delle aree industriali inquinate. L'avversione verso Caparco gli fa infatti perdere di vista quello che è l'interesse generale del paese.

    RispondiElimina
  173. Ma perchè, scusate, dare di nuovo, e dico DI NUOVO, fiducia a uno che è già stato, e dico E' GIA' STATO, consigliere provinciale e non ha fatto un emerito nulla, e sottolineo NULLA per Calvi e per gli altri comuni del collegio?

    Perchè forse, e dico FORSE, andrà in maggioranza se, e dico SE, sarà eletto?
    Perchè si chiama Caparco e a lui tutto è concesso?

    Perchè la famiglia è grande e l'appetito pure?

    Mah, sono sempre più allibito dell'ingenuità dei caleni.

    Uno scettico da poco emigrato.

    RispondiElimina
  174. Mi dite per favore per quale motivo dovrei votare Caparco alla provincia ? E non mi rispondete facendo dei paragoni con gli altri candidati. Nel merito perchè dovrei votare Caparco? Ha detto che entro il 15 gennaio avrebbero cominciato i lavori per il rifacimento del manto stradale e tutto cio' non è avvenuto. Ogni giorno dobbiamo fare slalom a destra e sinistra per evitare delle buche profondissime che, spesso, causano danni alle gomme, braccetti, ammortizzatori. Fatevi un giro dai gommisti della nostra zona e chiedete quante auto arrivano ogni giorno piene di danni. Credete, per caso, che con quattro mattoncini alla villa comunale possiamo essere soddisfatti ? Noi caleni meritiamo di più. Meritiamo vivibilità, meritiamo rispetto, meritiamo considerazione. Hanno parlato e straparlato di rivalutare l'antica cales. Per favore, non nominatela più. E non mi riferisco solo a Caparco, ma a tutti quei politici di vecchia data che per l'Antica Cales non hanno fatto un cazzo. Lombardi, Caparco, Zacchia... Al solo pensiero di nominarla, dovreste vergognarvi. La mattina guardatevi allo specchio e sputatevi in faccia, state riducendo l'antica cales ad un porcile, ad un posto in cui non ci si andrebbe nemmeno a pisciare per quanto fa schifo ! E io dovrei votare gente come voi ? Voto qualcuno di fuori, domani mi vado a guardare chi sta candidato a Sparanise, Pietramelara. Non meritate nessun voto. Non meritate nulla, soltanto la stima e il rispetto di quattro idioti che son contenti solamente di farsi una ballata in estate alla pista da ballo.

    COMPLIMENTI !

    RispondiElimina
  175. X la Sicurezza dei nostri figli non bastano i mattoncini.
    Considerando le persone che frequentano la villa in estate l'Anonimo delle 22,30 ha ragione..tarallucci e vino..questo è quello che vogliono.
    La loro sicurezza è quella di non esporsi contro chi e qualcuno.
    Mi lascia pensare che gli Orchi esistono e alla fine non sono solo quattro idioti a voler salvaguardare la propria specie.

    RispondiElimina
  176. I lavori sono regolarmente partiti il 15 gennaio; ma forse non vivi a Calvi e non te ne sei accorto. Il lavoro è complesso, non contempla solo il rifacimento delle strade ma una sistemazione complessiva dei luoghi di agregazione sociale, la realizzazione di parcheggi, illuminazione, rete idrica e fognaria, pozzetti, canali di scolo delle acque, ecc,. e viene eseguito non come aveva progettato Zacchia ma come è stato rimodulato dalla nuova amministrazione, cioè con coscienza e logica costruttiva. Si è data infatti priorità alla villa comunale, ed ora si stanno sistemando gran parte delle reti idriche e fognarie prima di passare alle strade, anche perchè il tempo non permette e fare prima le strade vuole dire riaverle rovinate dopo un mese. O forse volevi fare come Zacchia, asfaltare cioè prima le strade (operazione che richiede 15/20 giorni), magari con un altro tappetino elettorale visto che siamo ritornati in tema, e poi romperle per rifare la rete idrica e fognaria? Ci vuole pazienza perchè i lavori durano comlessivamente 5 mesi.
    Per l'area archeologia nessuno ha sollevato il problema protandolo sul tavolo delle istituzioni come ha fatto l'amminstrazione tutta, a partire da Silver Mele (autore di memorabili serizi insieme a Salvatore Minieri), Nicola Cipro e Antonio Caparco. I finanziamenti richiesti per sistemare l'area sono numerosi, siamo entrati a far parte di consorzi e circuiti culturali che opereranno presso il Ministero dei Beni Culturali, sono stati riallacciati i rapporti interrotti con la Sovrintendenza ed a breve otterremo più di 600.000 euro di finanziamenti europei (i cossiddetti TIL): per 9 mesi di amministrazione mi sembra anche troppo. La bacchetta magica non esiste, ma di certo nessuno può accusare l'amministrazione Caparco di immobilismo.

    RispondiElimina
  177. Caparco alla provincia ha ottenuto un mega finanziamento destinato alla messa in sicurezza del bivio di Calvi, pericoloso e spesso teatro di incidenti. Il finanziamento non è stato utilizzato da Zacchia, anche perchè il progetto prevedeva l'esproprio di un terreno di sua proprietà, ed al suo posto è stata messa una insulsa ed inutile bara/fioriera. Il finanziamento è stato quindi dirottato dalla provincia per la realizzazione della sede distaccata della ragioneria di Sparanise. Memorabili sono poi le battaglie che ha condotto Caparco in prima persona contro la realizzazione della centrale di Sparanise, chiedendo ed ottenendo, insieme a Magliocca, persino che il consiglio provinciale si svolgesse nell'agro caleno per affrontare questa tematica. Leggiti pure gli articoli e gli interventi dell'epoca; questo per il breve tempo in cui è stato consigliere provinciale, essendo subentrato a consiliatura già abbondantemente avviata.

    RispondiElimina
  178. Un paese senza balli, canti, tradizioni, musica, sagre, manifestazioni natalizie e carnevalesche, teatro, sport ed intrattenimento vario è un paese morto, perchè non si vive di solo pane e di sola cultura, specie di quella spicciola e supponente di quattro vetero-comunisti. Perciò W Caparco che ha restituito tutto ciò a Calvi Risorta, fino a poco prima uno dei tanti paesi di Gomorra e di Setola senza più storia.

    RispondiElimina
  179. Pe rme una persona che ha politica da più di 30 anni, come assessore, sindaco e consigliere provinciale, e che non è mai stato implicato in vicende giudiziarie merita per ciò stesso il mio voto, perchè ho la controporoiva che quella è una persona onesta. E se è anche un sindaco operaio tanto meglio, vuol dire che capisce e si immedesima nei problemi quotidiani dei cittadini. Chi ostenta ricchezza, opulenza, tracotanza e pozzi senza fondo dovrebbe starsene a casa, perchè la gente riconosce i truffaldini.

    RispondiElimina
  180. Antonello dice che prende almeno 1.000 voti; Tina ed il sindaco altri 2.000 voti ciascuno; Geremia pensa almeno 500; Cardillo dice 300; i candidati di altri paesi altri 500. Ma quanti sono gli elettori di Calvi Risorta?
    L'editoriale di Antonello non mi è chiaro. Se la sinistra perde, e perde di sicuro, ha diritto a 13 seggi; ora il PD ne prende 6 sicuri; Antonello dice che il suo partito ne prende 3; Tina dice che l'IDV ne prende almeno 4/5. Siamo dunque già a 13: e tutte le altre liste e gli altri candidati alla presidenza non prendono nemmeno un seggio? Chi è che dice frottole? Se fosse vero quanto ci raccontano, avremmo due consiglieri provinciali di opposizione di Calvi Risorta: a questo punto meglio spostare il parlamentino di Corso Trieste direttamemnte in Piazza Municipio, magari nella sede di Tina: è tutto così inverosimile e non se ne accorgono. Un'altra cosa. Antonello non considera il fatto che gli assessori (almeno 7) libereranno posti per gli altri consiglieri, essendoci incompatibilità tra la carica di assessore e quella di consigliere provinciale; e siccome il marcianisano di cui si fa menzione nella lista di Zinzi Presidente ha già il posto di assessore assicurato, capite bene che Caparco verrebbe eletto anche se scattasse un solo seggio, essendo sulla carta il più forte del listino dopo il marcianisano. Altra contraddizione in cui cade Antonello è il fatto che dice che Caparco, al di là di tutto, può prendere 2.000 voti; il marcianisano almeno 2.500 nel suo paese; siamo dunque a 4.500 voti soltanto considerando 2 dei 36 candidati del listino. Nel suo editoriale afferma inoltre che con 13.000 voti scatta un seggio. Se gli altri 34 candidati prendessero perciò anche soltanto 650 voti ciascuno si arriverebbe ai 26.000 voti necessari per far scattare 2 seggi. La domanda dunque che pongo è: quali vantaggi può portare al paese un eventuale consigliere provinciale di opposizione? Nessuno, non facendo parte della "stanza dei bottoni"! Per questo motivo il voto dato ad Antonello, Tina e Cardillo è un voto inutile; la scelta si restringe tra Caparco e Geremia. Tra i due però solo Caparco può realmente essere eletto, anche perchè nel collegio prenderà questa volta almeno 500 voti.

    RispondiElimina
  181. l'opinionista ch mi ha preceduto ha fatto una panoramica eccezionale.
    anche io concordo sul fatto che la lista in cui è candidato caparco ottenga tra i 2 e i 3 seggi sicuri.
    di conseguenza caparco dovrebbe risultare eletto anche senza le dimissioni del primo eletto ( futuro assessore).
    IDV probabilmente avrà 2 seggi, mentre sinistra ecologia e libertà a stento uno e come qualcuno che mi ha preceduto afferma, non credo sia antonello visto che ce ne sono di ben più forti.
    non fanno testo il giovane cardillo e geremia che sebbene stia promettendo posti a destra e a manca non arriverà nemmemo a 600 voti su tutto il collegio.
    alla luce di questa riflessione ce anche per opportunità del nostro paese convenga votare il sindaco Antonio caparco. ciao

    RispondiElimina
  182. Caro Caparco, nell'eventualità riuscissi a fare il consigliere provinciale, rinunceresti alla carica di sindaco a favore di Marrocco ? O porteresti avanti entrambe le cose ?

    Grazie.

    RispondiElimina
  183. Guarda che con l'elezione diretta del sindaco, le dimissioni di quest'ultimo determinano lo scioglimento del consiglio comunale ed il suo commissariamento in attesa di nuove elezioni. Non è quindi tecnicamente possibile una rinuncia del sindaco in favore del vice-sindaco. Marrocco si giocherà sicuramente le sue carte per la carica di sindaco, ma nel 2014, quando Caparco potrebbe farsi da parte proprio in suo favore; se la dovrà vedere con altri 3 candidati a sindaco, vale a dire Antonello (anche se non capisco proprio come farebbe a conciliare la funzione di segretario comunale con quella eventuale di sindaco), Tina Izzo (che dopo queste provinciali romperà con Zacchia per legarsi ad Ermanno) e di nuovo Zacchia al suo ultimo assalto prima di ritirarsi a vita privata.

    RispondiElimina
  184. Per l’opinionista delle 12.30 forse tu scambi il partito di Zinzi che è l’UDC con la lista civica di Caparco. Mai una lista civica è riuscita ad avere più di 1 seggio basta vedere l’elezioni del 2005 la lista civica della coalizione vincente è riuscita ad averne solo uno, visto caro caparchiano che questa volta le liste civiche sono ben 4 più l’UDC i numeri non ci sono, ti ricordo che il partito di Zinzi è appena la 6 percento vai a studiare e poi parli

    RispondiElimina
  185. Caparco al massimo storico nel 2000 ha avuto 1400 voti in tutto il collegio, ora non ci arriva. Il seggio se lo scorda. Solo antonello bonacci può essere eletto soprattutto perché ha dimostrato alle comunali di avere capacità politiche e perché ha il favore popolare in tutto il collegio.

    RispondiElimina
  186. Ma chi lo conosce Antonello nel collegio? Nel 2005 ha preso voti soprattutto a Riardo e Pietramelara grazie ai buoni uffici dello zio ing. Bonacci, il quale ora, dopo le ben note vicende, non ha più alcun ascendente in quel territorio dove sono peraltro candidati anche il sindaco ed un consigliere di maggioranza di Pietramelara, l'ex sindaco di Roccaromana e l'ex sindaco di Rocchetta; a Camigliano è candidato l'attuale sindaco che sbanca nel suo paese, per cui anche lì non vi è trippa per gatti; a Giano è candidato l'ex sindaco più un'altra persona, mentre l'attuale sindaco si divide tra Caparco e Geremia; a Sparanise vi sono ben 7 candidati. I caleni o prendono voti a Calvi o sono spacciati.
    Riguardo Caparco, è bene ricordarlo, quando nel 2005 era ai minimi storici, con 7 persone candidate compreso l'allora sindaco e lavorando praticamente da solo ha raccolto ben 1049 voti. Ora è sindaco; ha una intera squadra di governo che lavora compatta per lui; vi sono "solo" 5 candidati; anche considerando che alle comunali Geremia e Cardillo hanno votato per lui mentre ora sono candidati personalmente, parte comunque da una base di 1500 voti a salire solo a Calvi. Mi spiegate poi una cosa? Ma i voti delle civiche contano forse la metà di quelle dei partiti? Perchè se così non è 13.000 voti sono sempre 13.000 voti e spetta sempre un seggio. Ed infatti la civica che nel 2005 ha avuto il seggio ha conseguito 14.000 voti, superando altri partiti tardizionali. La lista Zinzi presidente, se guardi i candidati, è molto più forte di partiti di centro destra come l'MPA, il P.R.I., l'ADC, il nuovo PSI, la Destra e Alleanza di Popolo. Tra le lista civiche è indubbiamente la più forte, per cui supera Liberal, Noi Sud e Vento di Centro. In parole povere Zinzi Presidente si piazza appena dopo il PDL, l'UDC e l'UDEUR, e prende 3 dei 23 seggi spettanti ai vincenti, poichè punta dritto a quota 40.000 voti. Se consideri che uno di questi farà l'assessore e libera un posto, vuol dire che entrano i primi 4 della lista; e Caparco è sulla carta il secondo o il terzo, per cui, a meno di clamorosi ed impensabili flop, è praticamente già consigliere.

    RispondiElimina
  187. La lista Zinzi presidente è composta da sindaci o ex sindaci, assessori e medici parenti di sindaci o addirittura del patriarca Dante Cappello, non è certo la listarella "Per De Franciscis" che ha preso 14.000 voti nel 2005. La lista viaggia sui 50.000 voti, visto che ognuno dei 36 candidati porta in media 1.500 voti. Non è certo la lista del partito di Antonello, microcostola della frammentaria galassia post-comunista, in cui, a parte l'ex sindaco di Vitulazio, vi sono candidati da 400 voti ognuno, tipo i nostri Geremia o Tina Izzo. Per cui i calcoli che fate a tavolino, cari Antonelliani, partono come sempre da presupposti sbagliati. Non tutte le civiche sono tali! Caparco ha ricevuto proposte da tutte le 13 liste che sostengono Zinzi, per cui la scelta finale è stata molto ponderata.

    RispondiElimina
  188. Calcoli ponderati e condivisi con quel noto genio della politica che è Capezzuto.
    Chissà se la geniale scelta GEA fu frutto di un ragionamento altrettanto ponderato.
    Che Giacomino non ne parli è una sorta di conferma che qualcosa di strano c'è stato, ma che Caparco continui a pagarla in provvisorio e con puntualità nonostante i tanti problemi economici dell' ente è quantomeno strano.
    I consiglieri, soprattutto Marrocco,i giornalisti consiglieri(Silver)non hanno nulla da dirsi e dire alla gente? Sono troppo impegnati a far voti per Caparco per fermarsi un attimo a riflettere e poi dirsi e dirci?

    RispondiElimina
  189. Non capisco l'assunto di Antonello secondo cui avendo lo SDI riportato 26.000 voti nel 2005, parte oggi da quella base. Sarebbe come dire che siccome Zacchia aveva riportato 2.500 voti nel 2004 partiva nel 2009 da quella base: il problema è che si è ritrovato alla fine con 1.200 voti! D'altro canto le teorie stravaganti di Antonello e dei suoi le conosciamo bene: dicevano che avrebbero vinto le elezioni comunali e poi sono arrivati terzi su tre concorrenti, riportando appena 725 voti (cioè quelli riportati dai primi 3/4 candidati della lista di Caparco) e a ben 500 voti da un politico strafinito e cotto come Zacchia. Ogni elezione fa storia a sè, e dopo la fallimentare gestione De Franciscis, finito prematuramente con lo scandalo Setola per riparare a Lourdes (mi ricorda tanto la storia di un politico nostrano che però, anzichè emigrare a Lourdes sosta oggi in piazza municipio), lo SDI o come si chiama adesso sarà fortunato se arriva a 5/6.000 voti!!!

    RispondiElimina
  190. I Caparchiani, come intuibile, sono sempre molto presuntuosi.
    Fuori da Calvi alle passate caparco ha preso 150 voti (come il suo alleato capezzuto), proprio perchè lo conoscono e lo valutano per quello che è, cioè un pessimo politico.
    Antonello ne ebbe più di 500, spalmati su tutto i paesi (solo a Sparanise più di 200). Anche lui è conosciuto per motivi opposti a quelli di Caparco!
    Ora sarà sicuramente oltre, anche di molto.
    Lo zio già alle scorse non lo ha sostenute, votando zacchia. Non dite stupidaggini.
    All'inaugrazione della candidatura di Antonello c'era un bagno di folla, tra cui molti amministratori degli altri paesi.
    Se a CAlvi lo votiamo come merita avremo il consiglere.

    RispondiElimina
  191. dimenticavo sinistra e libertà prende quasi sicuramente 3 seggi

    RispondiElimina
  192. Forza Antonello, come vedi su questo blog è sempre il solito filo-caparchiano che scrive. Noi giovani siamo con te. Caparco ha già avuto troppo, che si dedicasse a tempo pieno a fare il sindaco !

    RispondiElimina
  193. Alla fine rimarrete tutti stupiti di un risultato. Quale? Tina Izzo alla provincia con l'IdV. C'è un progetto politico alle spalle costruito a tavolino sin nei minimi dettagli, non c'è nulla di lasciato al caso. Credete sul serio che tutti gli sforzi che sta facendo lì fa a vuoto o perchè ha "solo qualche speranza"? Poverini...avete voglia a fare conti...quello prende tanto..quell'altro prende tanto...resterete tutti a bocca aperta quando vedrete i risultati. Non badate a ciò che vedete in superficie... Quella di Tina Izzo è la campagna elettorale più organizzata che si possa immaginare. Attendete i risultati e ve ne accorgerete.

    RispondiElimina
  194. Infatti, Tina la politica vorrebbe farla a tavolino, il problema è che la politica si fa nella realtà, con la gente! Sottobanco cerca di muovere chissà cosa! ma resterà sorpresa lei... non la votano nemmeno i parenti, perché la conoscono bene! Resterà con un pugno di mosche e un sacco di debiti!

    RispondiElimina
  195. Tanto i debiti li ripiana in 15 giorni di attività.

    RispondiElimina
  196. Alle provinciali e regionali si guarda sopratutto il partito politico che vi è alle spalle.
    Il partito politico che riscuoterà maggior successo non solo a Caserta, ma in tutta Italia, sarà l'Italia dei Valori di Di Pietro. E' l'unico, per il momento, a dar battaglia al dittatore Berlusconi, del quale il sindaco Caparco è sostenitore, elettore, votante e candidato.

    Forza Tina, forza Di Pietro, forza l'Italia dei valori.

    RispondiElimina
  197. certo che i sostenitori di antonello sono fuori di testa. l'altra volta antonello ha avuto un discreto consenso che non riuscirà a ripetere in questa tornata elettorale per alcune ragioni. la prima è rappresentata dal fatto che tra pietramelara, roccaromana e riardo ci sono diversi candidati che non gli permetteranno di prendere i voti della volta scorsa. a camigliano c'è il sindaco cenname che prenderà l'ottanta per cento dei voti. per quanto riguarda calvi è sotto gli occhi di tutti che non c'è nei confronti di antonello quell'entusiasmo del 2005. quindi poarlate con cognizione, ma forse il vostro modo di fare e la vostra presunzione non vi permette di fare analisi dettagliate e corrette. in ogni caso staremo a vedere. un in bocca al lupo a tutti i candidati. ma è mai possibile che voi antonelliani vi ritenete gli portatori di valori sani e di grande principio. sappiate però che chi parla con cognizione ed è apprezzato viene anche votato. quindi ammettete che la maggior part4 di voi per adesso non può proprio parlare. ciaooooo

    RispondiElimina
  198. Antonello nei paesi che hai detto raddoppierà i consensi. potete scommetetrci. Perché esiste un gruppo su tutto il territorio, proprio come a calvi.
    La politica non si improvvisa

    RispondiElimina
  199. Tina Izzo è l'unica che può creare seri problemi a Caparco in termini di voti. Per quanto concerne Antonello una piccola riflessione: è arrivato a poco più di trent'anni e si è candidato ovunque pur di esserci...senza in compenso ottenere nessun risultato...un bel niente... Uno che a quell'età sta facendo già da 15anni politica senza risultati in un paese normale sarebbe definitivamente bruciato dal punto di vista politico. Invece qua c'è ancora gente che lo sostiene. Ovunque vede un'elezione corre a candidarsi. Quando muore il Papa c'è lo ritroveremo tra i candidati anche là? Questa signori miei e smania di protagonismo... che poi lui sappia coprirla bene è un altro discorso...ma la sostanza è quella!!! Puntate su Tina Izzo donna capace, intelligente e determinata e che, a differenza di altri, nn ha da pensare alla famiglia visto che lavorano tutti e bene...!!! Forza Tina...

    RispondiElimina

Posta un commento

Per semplicità abbiamo deciso di lasciare aperto lo spazio per i commenti, senza registrazione preventiva. Ti invitiamo comunque a lasciare un nome o un nickname, cosicché sia agevole seguire le conversazioni.

Post popolari in questo blog

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.