IDEE SPICCIOLE PER UN PROGRAMMA


Come nella migliore tradizione dei consigli non richiesti, quelli delle zie petulanti o delle mamme troppo presenti, mi faccio avanti per buttare al vento quattro o cinque idee, che penso possano arricchire la nostra comunità.
Di solito nessuno chiede il nostro parere nello stilare i programmi, qualcuno ci prova, ma poi alla fine più che programmi sono i proclami che si declinano dai balconi elettorali.
A me piacerebbero due, tre cose fatte bene: ma fatte.

ASSOCIAZIONISMO

Mi sembra giusto cominciare dal mondo dal quale provengo. Perché non creare una consulta permanente delle associazioni sul territorio? Coordinarle per sentire la voce di chi opera a stretto contatto con i cittadini sul territorio, che lavora per la sua valorizzazione e per il suo riscatto, spesso gratis o peggio rimettendoci di tasca propria. Quanti spunti potrebbero venire per un’amministrazione se solo ascoltasse i cittadini più attivi!
 
PRO LOCO

Non sarebbe finalmente ora di tornare ad una sola pro loco? Trasparente, efficiente e non lottizzata.

EDUCAZIONE E PARTECIPAZIONE

Adottare l’esperienza del consiglio comunale baby (la bibliografia in internet è vastissima) per formare i cittadini di domani e ascoltare la loro versione sul proprio paese.
Lanciare l’idea dei comitati di quartiere a scopo consultivo: il bilancio partecipato è un sogno che cullo da tempo.

ECOLOGIA

Avere un isola ecologica efficiente e tracciare il conferimento dei rifiuti dei cittadini, cui applicare proporzionalmente le aliquote del servizio (esempi ve ne sono a centinaia in Italia di comuni che applicano questo sistema).
Senza contare le occasioni imprenditoriali per rendere Calvi autonoma dai circoli viziosi dei consorzi di raccolta e smaltimento dei rifiuti (penso al compostaggio, l’olio vegetale esausto et similia).
L’acqua come bene pubblico: creare una “casa dell’acqua” e dei beni di prima necessità a km zero e costo contenuto (latte, pane, prodotti cerealicoli) e dei detersivi ecologici.

GESTIONE STRUTTURE E SERVIZI PUBBLICI

Creare una cooperativa di giovani caleni che gestisca le strutture pubbliche e i pochi servizi pubblici rimasti.

E via discorrendo…
Chissà che qualcuno non le ascolti.

Francesco Zona

Commenti

  1. Questa volta concordo in pieno... cari Francesco e Massimo!

    RispondiElimina
  2. Cari Francesco e Massimo... concordo!

    RispondiElimina
  3. ottime proposte che coincidono quasi tutte con quelle di Rinascita tranne l'idea del consiglio baby che fa parte del programma di Marrocco. Tutte buone idee che speriamo vengano messe in pratica

    RispondiElimina
  4. Probabilmente l'anonimo di prima ha sbagliato a leggere manifesti!!!!....l'unico merito da attribuire al Programma di Rinascita calena è il coinvolgimento delle ASSOCIAZIONI: sì della proloco Cales Novi, una proloco che diventa sede di riunioni politiche....che ci dobbiamo aspettare??? Caparco criticato per la sua "vicinanza" alla proloco di Calvi Risorta (Gianleno)....Lombardi è... Cales Novi...passano gli anni ma le idee sono sempre le stesse!!!!

    RispondiElimina
  5. Pare che Marrocco abbia offerto a Lombardi di fare il vice sindaco e a Izzo Ermanno di fare l'assessore. Ecco, così per capire chi non è politico e non si spartisce i posti e pensa solo al programma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente la squadra di Marrocco è al completo e non ci sono spartizioni di poltrone a priori...purtroppo a Calvi c'è un'ideologia sbagliata: il sindaco comanda e gli altri, assessori e consiglieri devono obbedire,pena l'esclusione. Nella squadra di Marrocco non c'è distinzione tra il Sindaco, gli Assessori e i Consiglieri, tutti hanno facoltà paritarie, le stesse che vengono date ai cittadini...di critiche e di chiacchiere se ne fanno tante, però che credibilità può dare un Lombardi che diceva che mai si sarebbe candidato con Antonello Bonacci, diventandone una pedina, consapevole o inconsapevole; un Bonacci che a suo dire mai avrebbe rinunciato alla sua poltrona a sindaco; un Ermanno che, com'è nel suo stile, è ancora alla ricerca di un solido scoglio a cui aggrapparsi...col rischio di rimanere alla deriva....per non parlare degli accordi con le altre coalizioni ...perchè? per non perdere? La lista di Marrocco non cerca la vittoria a tutti i costi...La lista di Marrocco sta lavorando su un progetto condiviso da tutti e può contare sull'appoggio dei suoi componenti, perchè legati da un profondo rispetto reciproco, senza interferenze esterne di alcun genere e questo ne fa una lista vincente...Con Marrocco cambierà il modo di fare politica, perchè Marrocco non sarà il Sindaco di Calvi Risorta, ma lo sarà Calvi Risorge, insieme a tutti i cittadini!!!

      Elimina
  6. Caro amico, ravvedo una contraddizione in ciò che dici: se davvero critichi il fatto che "purtroppo a Calvi c'è un'ideologia sbagliata: il sindaco comanda e gli altri, assessori e consiglieri devono obbedire", poi mi spieghi come il tuo caro dottore non abbia mai messo in discussione la sua naturale leadership? anzi, da mesi il suo unico presupposto nel creare una squadra era "si fa squadra con tutti ma io faccio il sindaco". E perchè? chi lo ha deciso? quale investitura divina lo ha colto? Ecco perchè è poco credibile quando parla di squadra e parla al plurale. Intanto Bonacci e a quanto pare Zacchia hanno saputo fare un passo indietro.

    RispondiElimina
  7. "Nessuna investitura divina", evidentemente "la sua naturale leadership" è una garanzia per la gente che lo ha spinto a candidarsi...io non credo che l'intenzione di Bonacci e Zaccchia di fare un passo indietro sia dettata dall'umiltà di fare spazio ad altri. Forse dimentichi una cosa importante: entrambi hanno già dato!!! Ora due sono le cose: aspirazioni politiche ad ampio raggio oppure timore di fare l'ennesima figura???

    RispondiElimina
  8. Io mi limito ai fatti, non alle dietrologie: i due hanno fatto un passo indietro, il dottore no. punto. Per cui se si parla di progetto condiviso e di partecipazione non è più credibile di chi ha rinunciato al ruolo da primadonna per far spazio ad altri. solo questo. sul resto possiamo discutere nel merito delle singole proposte.

    RispondiElimina
  9. voglio rispondere a coloro che mi hanno preceduto ma è possibile mai che a Calvi Risorta ogni cinque anni si sveglia qualcuno da un lungo letargo è pretende la candidatura a sindaco, datemi solo un motivo per cui noi elettori dovremmo votare questi signori cosa hanno fatto in questi ultimi anni, viaggi, capodanni a Dubai,, feste e festini .Da premettere che questa è una critica solo politica ma non personale perché tutti i cittadini caleni hanno il diritto di candidarsi a primo cittadino.

    RispondiElimina
  10. Scusa ma chi è che è andato a dubai a fare capodanno e osa candidarsi a sindaco offendendo la marea di caleni che invece restano a zuni a cantare la pastorella storna???????

    RispondiElimina
  11. Qualcuno che vuole "Rinascere"...e non era a Dubai ma al Casinò di Monte Carlo nel Principato di Monaco...

    RispondiElimina
  12. Esatto! E poco prima il dottore era stato in Eritrea come anestesista volontario di cardiochirurgia pediatrica... ma questa è un'altra storia. Che ne dite di tornare a parlare di politica?

    RispondiElimina
  13. x Anonimo del 06 marzo 2014 08:55
    Visto che adesso il Zacchia non ha fatto il passo indietro parliamo ancora di fatti o possiamo anche fare dietrologia. Sarebbe utile adesso che qualcuno ci spieghi su quale punto programmatico e su quali idee di sviluppo della nostra comunità non vi sia stata condivisione tra Giacomo Zacchia e Benedetto Lombardi.

    RispondiElimina
  14. Forse è un refuso, intendevi dire "Giovanni Lombardi"?

    RispondiElimina
  15. Caro Francesco, sono d' accordo ed aggiungo un altro punto, a mio modo di vedere fondamentale ed ineluttabile per la futura amministrazione, l' associazione con gli altri comuni. Il Governo Nazionale e soprattutto la Comunità Europea spingono in questa direzione. I finanziamenti europei, praticamente gli unici rimasti disponibili per i comuni, nel prossimo settennato 2014/2020, saranno accessibili solo da comuni o associazioni di comuni con popolazione superiore ai 50000 abitanti. Alla luce di questo, ritengo prioritario l' argomento in ogni programma che voglia essere agganciato alla realtà. In base a quanto sopra devo amaramente constatare che Calvi è, ad oggi, chiusa su se stessa. Due comuni a forte matrice calena come Rocchetta e Giano hanno aderito all' associazione dei comuni dell'alto Casertano. La formazione del Consiglio Baby è necessaria affinché sappia formare i piccoli alla gestione della cosa pubblica ed allargare le vedute oltre Calvi per il bene di Calvi. Infine, fedele a Massimo essendo di parte e non fazioso, dalla mia ottica faccio una breve analisi delle forze in campo:
    Caparco, lo conosciamo, non ama il confronto, il suo motto è qui comando io;
    Zacchia, è la copia più elegante ma più subdola di Caparco;
    Antonello, che frustato dal suo avatar di perdente di successo e dal suo egocentrismo sconfinato ha scelto il vasetto di terracotta Lombardi da manovrare o rompere a piacimento. l' unica nota in termini di apertura verso l' esterno finora evidenziata è quella della chiusura a catenaccio di Petrulo di Lombardi, padre dell' imberbe infante;
    Marrocco, ha dato prova della sua volontà di apertura, soprattutto con il convegno di dicembre con decine di sindaci e rappresentanti istituzionali per parlare di un problema di Calvi ed in più so di un programma molto incentrato su questi argomenti.

    RispondiElimina
  16. da un articolo della gazzetta di caserta è stato scritto che a Calvi Risorta arriveranno 12 milioni di euro, eppure al governo centrale dicono che non ci sono i fondi, ma? certo che le dicono proprio grosse.

    RispondiElimina
  17. A mio avviso Marrocco ha dato un'unica prova: volere la poltrona!!!
    Curriculum: eletto vicesindaco con Zacchia è passato all'opposizione con Caparco e dopo averlo conosciuto per 5anni è diventato suo alleato. Rieletto vicesindaco con Caparco, defenestrato dallo stesso, è rimasto consigliere di maggioranza ma ha lasciato intendere di essere all'opposizione con Zacchia! Mah...

    RispondiElimina
  18. "Lombardi da manovrare o rompere a piacimento" ??!! eppure lo hanno corteggiato sia Marrocco che Caparco e Zacchia. Gli stessi che adesso cercano di imbarcare i soliti volti noti! Non avete altre argomentazioni...e temete l'entusiasmo crescente! La gente è stufa delle solite facce

    RispondiElimina
  19. Si continua a definire Antonello un perdente! Vincenti sono coloro che, come Marrocco, fanno accordi a destra e a manca pur di ottenere una carica?? Gli stessi che poi non riescono ad amministrare con nessuno degli alleati?
    Allora viva Antonello e i suoi ideali!

    RispondiElimina
  20. x pura precisazione il dr. Marrocco non è mai stato vice sindaco con Zacchia....in quanto al fatto di essere considerato in quota maggioranza Caparco ciò è dovuto esclusivamente al fatto che alcune norme del regolamento comunale, interpretate in maniera restrittiva da parte del Presidente del Consiglio dell'attuale maggioranza, hanno impedito al dr. Marrocco e Nicola Cipro la costituzione di un gruppo autonomo di opposizione.....che il dr. Marrocco sia solo alla ricerca di una poltrona è smentita dai fatti: era vice sindaco con Caparco, se voleva solo la poltrona poteva tranquillamente rimanere a fare il vice sindaco, chiudendo gli occhi e tappandosi le orecchie, invece la sua coerenza x gli impegni assunti con gli elettori (caso GEA) e il suo rispetto della legalità lo hanno portato allo scontro con Caparco, che come suo fare lo ha cacciato senza molto pensarci....

    RispondiElimina
  21. Facciamogli un applauso allora! ed aspettiamo di vedere cosa s'inventerà stavolta perchè... la poltrona è attaccata a Marrocco e Marrocco è attaccato alla poltrona ( cit. Crozza per l'onorevole Casini)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vogliamo parlare di poltrone e parliamo veramente di chi è alla ricerca costante di una poltrona....famiglia lomabardi, padre due volte consigiere provinciale e due volte consigliere regionale, madre candidata sindaco una ventina di anni fa, figlio mimmo candidato alle scorse comunali con zacchia con la promessa in caso di vittoria di fare il vice sindaco, figlio giovanni candidato a sindaco alle prossime elezioni comunali....antonello bonacci, candidato a consigliere provinciale nell'anno 2005, candidato a sindaco alle scorse comunali, candidato a consigliere provinciale nell'anno 2010, candidato a consigliere comunale alle prossime elezioni comunali....a cosa sono attaccati questi?

      Elimina
    2. Io ho citato un solo candidato alla corsa per la poltrona. Tu hai avuto bisogno di parenti e affini per arrampicarti sugli specchi!
      Giovanni lombardi è neo candidato. Punto.

      Elimina
  22. i dico di più, oltre alla poltrona sono attaccati anche all'indennità di carica!!! così recitava il grande Totò -ho detto tutto- chi o capì , capisc.

    RispondiElimina

Posta un commento

Per semplicità abbiamo deciso di lasciare aperto lo spazio per i commenti, senza registrazione preventiva. Ti invitiamo comunque a lasciare un nome o un nickname, cosicché sia agevole seguire le conversazioni.

Post popolari in questo blog

I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.