ANCORA SU NINO BONACCI

Qui di seguito riporto alcuni commenti riferiti al mio Bentornato Nino in cui lo stesso Alfonso Leone esprime il suo disappunto su come vanno le cose a Calvi: "NON SI COMPRENDE PERCHE' SI SIA ARRIVATI A QUESTO CLIMA DA STADIO, SEMBRA DI VIVERE UNO SCONTRO AL COLOSSEO, PIU' CHE UN CONFRONTO POLITICO".
Anche un anonimo interlocutore con molta serenità commenta: "Io non capisco l'odio e il rancore che spinge chi fa opposizione a Calvi Risorta, come se fossero stati privati di qualcosa... mi spiace solo che la politica a Calvi non si fa, questa deve restare fuori dalle aule di tribunale, della corte dei conti o dell'autorità di vigilanza. La politica si fa in piazza e nelle sedi istituzionali."
Torno a dire quello che ho detto, anche se a qualcuno non piace.
Non mi piace questo modo di fare politica, nè un certo modo di fare giornalismo.
Mi sa tanto di "Il giustiziere della notte" noto film con Charles Bronson.
Ma si risolvono realmente i problemi del paese in questo modo?
Non penso proprio.
Ad odio si aggiungerà odio, a vendetta si aggiungerà vendetta, a denuncia si aggiungerà denuncia.
Rimarranno soltanto le macerie della politica, quella vera, dopo la guerra di "Muoia Sansone, con tutti i Filistei!"

Commenti

Post popolari in questo blog

I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.