I DASPO SONO UNA BUFFONATA

Forse non tutti sanno che a Calvi Risorta, oltre a tante squadre che militano, negli sport più vari, nelle serie inferiori, ce n’è una che gioca in serie B: è il Camilla Cales di Calcio a 5, nata da quella splendifa realtà sportiva che è il Cales Sporting Club.
Su questo argomento potrei scrivere un libro, essendo uno dei vecchi fondatori del club e chissà che un giorno non lo faccia, se non altro per far conoscere di quali e quante attenzioni sia stata oggetto la società da parte di tutte le amministrazioni che si sono succedute nel tempo.
Tutte, nessuna esclusa.
Ma il fatto di cui oggi voglio parlare è un altro. Si gioca a casa del Casagiove. Un nostro dirigente nota che tra i giocatori c’è un tizio soggetto a Daspo, cioè ad obbligo di firma prima durante e dopo ogni partita di calcio (quel giorno la Casertana giocava di sabato al Pinto di Caserta!) e lo fa notare agli arbitri.
Dopo la partita la squadra presenta un reclamo, ma il giudice sportivo lo rigetta, asserendo che il giocatore non risulta squalificato dalla giustizia sportiva.
Ulteriore teclamo al Giudice Superiore. Seconda istanza respinta.
Quelli del Camilla stanno ancora aspettando le motivazioni, prima di scatenare una campagna stampa coi fiocchi.
Personalmente mi chiedo come sia possibile che un tizio commetta un grave reato come la disattesa di un provvedimento Daspo (la cui sanzione può arrivare all’arresto in fragranza di reato!) e fregarsene altamente sia di mettere la firma, sia di frequentare da protagonista proprio quei luoghi ai quali gli era stato vietato l’accesso (stadi, impianti sportivi e anche strade viciniore) e nessuno, né la Questura, né il Giudice Sportivo ritenga questo atteggiamento illegittimo e degno di censura.
Torno all’inizio di questo pensiero.
Forse i Daspo sono proprio una buffonata!

Commenti

  1. frangranza di reato?attenzione vito ti potrebbe chiedere il copyright
    fragranza: profumo delicato ma intenso. flagranza: stato in cui si trova chi viene colto nell’atto di compiere un reato.

    RispondiElimina

Posta un commento

Per semplicità abbiamo deciso di lasciare aperto lo spazio per i commenti, senza registrazione preventiva. Ti invitiamo comunque a lasciare un nome o un nickname, cosicché sia agevole seguire le conversazioni.

Post popolari in questo blog

I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.