Direbbe Totò: "Ma mi faccia il piacere!!"

anonimo ha detto:

Mi rendo conto dell'opportunità di natura pubblicitaria alla quale il sindaco di Rocchetta fa ricorso, per ovvie ragioni di opportunità politiche, ma, c'è da chiedersi, chi si presta a scrivere, quasi osannando l'operato dell'attuale amministrazione, conosce i veri problemi con cui tutti i giorni i cittadini devono fare i conti?
15 giugno 2008 4.33


Caro anonimo (scusami per la mancanza della maiuscola, ma non mi viene proprio!), noterai che ho aspettato un po’ a risponderti, proprio per non cedere al mio carattere irruento e mandarti tranquillamente a quel paese, come ti saresti meritato.
Ho pensato però che il tuo potesse costituire un caso emblematico, di come la gente, qui dalle nostre parti, non riesca proprio ad essere obiettiva e serena.
Non avendo altri argomenti da contrapporre all’azione dell’amministrazione, così come è avvenuto del resto all’ultimo consiglio comunale dove la minoranza ha fatto una ben magra figura, non trovi di meglio che affibbiarmi del prezzolato, visto che sto organizzando, a tuo dire, una campagna pubblicitaria per il sindaco.
Considerato che vuoi apparire così pervicace ed intelligente, ti sei chiesto a cosa servirebbe questa campagna, visto che l’attuale sindaco non può riproporsi alle prossime elezioni?
La verità è che certa gente, alla quale anche tu appartieni, non riesce a liberarsi evidentemente da fardelli mentali che ne appesantiscono l’azione, il ragionamento e il senso critico.
Se, come dici, non conosco i reali guai di Rocchetta, perché non cominci ad enumerarli invece di fare il solito qualunquismo?
Li avrei sottoposti con tutta tranquillità all’amministrazione, che avrebbe sicuramente provveduto a risponderti.
Caro anonimo (riscusami per la mancanza della maiuscola), non è criticando tutto e tutti che si fa l’interesse del proprio paese, anche se ho la sensazione che nel tuo scritto l’interesse sia soltanto tuo personale.
Non è colpa mia se Rocchetta e Croce è stata inserita tra i quindici comuni più virtuosi della Campania.
Non certo per merito mio.
Se fosse così, vorrebbe dire che avrei potuto fare veramente il pubblicitario di successo.
E, sia detto per inciso, io non "mi presto a scrivere", io scrivo solo quello che voglio, in tutta libertà, senza farmi condizionare dalle chiacchiere vuote della gente.

Commenti

  1. caro massimo hai idea di cosa è successo al buon pino Borrelli? come mai non è più dalla parte del suo ex amato Zaccheo?
    Luca

    RispondiElimina
  2. Caro Massimo, ne riparliamo dopo l'estate e ti assicuro che, sarà mia cura argomentare con obbiettività, la "disastrosa" opera dell'amminisrazione "Geremia".

    A proposito, il "piacere" te lo voglio proprio fare, oltre al virtuosismo, perchè non ci fai leggere qualcosa sullo studio fatto in termini di trasparenza amministrativa dei comuni campani? e come si è classificato il buon "Geremia".

    Saluti e a presto.

    RispondiElimina
  3. A tua disposizione, caro anonimo "amico"! C'è da aspettare che passi l'estate per documentare quella che tu chiami "disastrosa opera" dell'attuale amministrazione?
    In quanto allo studio sulla trasparenza amministrativa dei comuni campani ignoro totalmente di cosa si tratti. Documentami anche su quest'aspetto e non sarò certo io a tirarmi indietro.
    Finora però, consentimi, hai fatto solo chiacchiere e vuote illazioni.
    Aspetto i fatti, che sono la cosa cosa su cui amo confrontarmi.
    Il resto, ti assicuro, amici o non amici, mi interesa poco!

    RispondiElimina
  4. ciao,
    sono Gianni un dipendente della siltal di pignataro maggiore (ce) ormai in cassa integrazione da diversi anni volevo segnalarvi il nostro blog

    http://siltal.blogspot.com/

    in attesa di una vostra risposta porgo distinti saluti

    RispondiElimina

Posta un commento

Per semplicità abbiamo deciso di lasciare aperto lo spazio per i commenti, senza registrazione preventiva. Ti invitiamo comunque a lasciare un nome o un nickname, cosicché sia agevole seguire le conversazioni.

Post popolari in questo blog

I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.