Continua la farsa Telecom - Calvi Risorta

Calvi Risorta è rimasta l’unica cittadina senza ADSL. Ne possono godere i cittadini di Teano, quelli di Pignataro, quelli di Sparanise. Quelli di Calvi, no.
Il perché non è facile da spiegare, anche perché nessuno, né Telecom, né le varie amministrazioni comunali si sono in questo lungo periodo di astinenza dati la minima pena di cercare di farlo,
Telecom adduce questioni tecniche, addebitando la colpa all’amministrazione.
Lo stesso fa l’amministrazione, accusando apertamente la Telecom di menefreghismo.
Non sappiamo dove stia la verità. Certo ad aggravare la situazione nei rapporti ci fu una famosa espressione di un sindaco di allora che in una questione tecnico amministrativa ebbe a dire: ”Mo’ ce facimmo mettere i piedi ‘n faccia pure d’a Telecom!!”
Non pensiamo che una ditta come la Telecom possa ricordarsi di queste cose e far pagare ai cittadini la iattanza del suo rappresentante.
Di certo c’è da parte della ditta in questione un atteggiamento sicuramente discriminatorio che danneggia, e non poco, lo sviluppo telematico della nostra cittadina.
E visto che anche l’attuale amministrazione non sembra prendere la questione nella maniera più giusta, anche se più volte sollecitata da Claudio De Lucia, di Calvirisorta.com, da Peppe De Lucia, autore di una sottoscrizione da parte dei cittadini e da altri singoli, sarebbe forse il caso di formare un comitato di gente comune che, appoggiandosi ad un avvocato, richieda mediante il Tar una pronuncia contro l’Ente atta alla richiesta di un congruo risarcimento danni.
Per quanto ci riguarda, siamo pronti a collaborare con altri protagonisti di questa azione.

Commenti

  1. Per qualunque iniziativa utile all'attivazione della banda larga a Calvi potete contare anche su di me, Laurenza M.

    RispondiElimina
  2. Che tasto che hai toccato caro Massimo! Non è bastata una petizione di centinaia di firme a far smuovere la situazione, gli animi, le coscienze. Come si può pensare di far crescere economicamente un paese se non si hanno a disposizione gli strumenti adeguati? Come pensano i nostri amministratori di migliorare il nostro paese se prima non risolvono questi problemi? Forse i nostri cari politici non sanno nemmeno cosa sia l'adsl e che oggi il 90% delle operazioni commerciali e finanziarie si svolgono su internet. Ad esempio, forse non sanno che tramite internet i commercianti pagano le tasse, come l'F24, si fanno bonifici, si comprano azioni. I commercianti ordinano on line i loro prodotti, le agenzie di viaggio prenotano le nostre vacanze, i negozianti aggiornano i listini prezzi. Ma vi rendete conto che siamo rimasti gli unici a non avere l'adsl? C'è solo da vergognarsi ed io, come cittadino caleno, mi vergogno di questa situazione! Cara amministrazione, ormai non mi sento nemmeno di dirti "datti una mossa". Troppe volte te lo abbiamo detto e te lo abbiamo implorato. Alle nostre richieste sempre il silenzio! Dicono che è colpa della Telecom, ci sono problemi in centrale... ma quali problemi se la stessa Telecom aveva programmato, nel piano di sviluppo rete, che l'Adsl doveva giungere a Calvi Risorta entro Dicembre 2006. E in tanti mesi non sono stati in grado di risolvere il problema? Il problema è solo uno: manca la volontà politica.

    RispondiElimina
  3. Cari Claudio e Laurenza M., trovo che sia arrivato il momento di uscire dall'impasse politica e passare ad azioni più concrete, come quella da me suggerita di trovare una trentina di volenterosi pronti a sborsare un centinaio di euro a testa per fare causa alla Telecom. Io l'avvocato giusto l'avrei, ma possiamo sceglierlo insieme, se preferite. Tu, Claudio, dovresti farti carico di radunare il manipolo con cui trovarci e decidere.
    Penso che, in seguito, sarà possibile richiedere alla società un risarcimento danni ben più notevole. Ma di questo dovrà logicamente parlarcene l'avvocato che avremo scelto.
    Massimo Zona

    RispondiElimina
  4. Massimo nessun problema, porterò il mio bel malloppo di firme raccolte e inizierò a contattare un pò di persone. Ci vedremo dal vivo per discutere della situazione. Ti saluto.

    RispondiElimina
  5. eccoci qui grande Max, il blog è un'ottima iniziativa.
    Approfitto per dichiarare che la stitichezza della arrogante Telecom tronchettiana nel concedere(?) l'ADSL a Calvi è una vera "verguenza". Mentre raccogli volontari per le azioni legali suggerisco una tonnellata di mail indignate al blog del Ministro per le Comunicazioni Paolo Gentiloni www.paologentiloni.it. Con l'occasione si può segnalare al Signor Ministro che con la connessione "dial-up" la navigazione nel suo sito è particolarmente lenta. Circostanza sfortunata, poiché almeno presso il popolo caleno l'efficacia delle luminose opinioni da Lui così generosamente pubblicate è condannata ad affievolirsi...
    un abbraccio
    emilio

    RispondiElimina
  6. necessita di verificare:)

    RispondiElimina

Posta un commento

Per semplicità abbiamo deciso di lasciare aperto lo spazio per i commenti, senza registrazione preventiva. Ti invitiamo comunque a lasciare un nome o un nickname, cosicché sia agevole seguire le conversazioni.

Post popolari in questo blog

I TANTI PLUTARCO DI CASA NOSTRA

LA CURA

Buona strada, Ernesto, e che la terra ti sia lieve.